Quali sono le spese detraibili e deducibili nel 2020

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Quest’anno la Legge di Bilancio ha introdotto delle nuove normative sulle spese deducibili per ogni contribuente. L’elenco di quali sono le spese detraibili e deducibili nel 2020 è stato rinnovato e risulta vincolato ad alcune forme di pagamento tracciabile. Ad ogni compilazione, è possibile che i contribuenti inseriscano nella dichiarazione dei redditi le spese affrontate durante l’anno precedente in modo da detrarre gli oneri fiscali. Una grande convenienza per ridurre l’ammontare dell’imposta pagata al momento dell’acquisto del bene o del servizio in base al proprio reddito. Molte spese che ognuno affronta quotidianamente possono inserirsi nell’elenco delle spese detraibili e deducibili nel 2020. Per questo motivo vale la pena capire quali sono e come si possa recuperare parte delle imposte pagate.

Spese inserite nel Sistema Tessera Sanitaria vanno in dichiarazione dei redditi

Quando ci si reca in farmacia per l’acquisto del farmaco, spesso viene richiesta la tessera sanitaria al momento del pagamento. Questa azione, che è ormai diventata un automatismo, rappresenta un esempio di ricevuta fiscale inseribile nella dichiarazione dei redditi precompilata. Nel nostro Paese, la più parte delle spese sanitarie che si intende detrarre, deve essere inserita nel sistema tessera sanitaria. In questa maniera si mettono a disposizione dell’Agenzia delle Entrate le informazioni concernenti le spese sostenute, affinché si disponga la dichiarazione dei redditi precompilata.

Che aspetti? Scopri il trading coi CFD con iBroker
con una demo gratuita con dati in tempo reale e perfettamente funzionante

Provala subito!

Quali sono le spese detraibili e deducibili nel 2020? Un elenco

Quest’anno la Legge di Bilancio ha introdotto delle novità sui pagamenti delle spese. A partire dal 1° gennaio 2020 le spese detraibili e deducibili saranno solo quelle pagate con metodi tracciabili. Ad essere esclusi sono quindi i pagamenti in contanti. Questo non vuol dire che le spese sanitarie non potranno più effettuarsi in contanti, ma se si utilizza questo metodo, le stesse non potranno inserirsi in dichiarazione dei redditi. I contribuenti con un reddito fino a 120 mila euro potranno beneficiare a pieno della detrazione fiscale. Per i redditi superiori tende a ridursi fino ad azzerarsi, fatta eccezione per alcune spese, nei casi di redditi superiori ai 240 mila euro. Ecco quali sono le spese detraibili e deducibili nel 2020:

  • Familiari e coniuge a carico;
  • ticket del servizio sanitario nazionale;
  • Spese sanitarie;
  • assistenza infermieristica e riabilitativa per disabili;
  • contributi previdenziali e assistenziali;
  • spese per assistenza e ricovero di disabili;
  • assegni periodici per l mantenimento del coniuge;
  • interventi finalizzati al risparmio energetico (ad esempio i bonus casa, ecobonus, bonus mobili etc.);
  • canoni di locazione.

In questo elenco sono presenti le principali voci delle spese detraibili e deducibili nel 2020. Occorre segnalare che per quanto concerne i pagamenti, la più parte di essi prevede l’obbligo di tracciabilità come sopra indicato. Tuttavia, ci sono delle eccezioni che riguardano gli acquisti in farmacia ed alcune spese mediche e sanitarie che rimarranno detraibili anche se pagate in contanti.

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te