Pochi ci pensano ma queste cattive abitudini possono avere conseguenze realmente dannose sulla vita sociale

Quando ci si rapporta con gli altri, soprattutto con chi non si conosce in maniera approfondita, il rischio gaffe è sempre dietro l’angolo.

Soprattutto quando si incontra qualcuno per la prima volta non è difficile risultare antipatici senza neppure rendersene conto.

Esistono, infatti, degli atteggiamenti che garantiscono una rapida discesa in quello che potrebbe essere il girone degli antipatici.

In un precedente articolo si erano fornite al lettore alcune informazioni utili da sfruttare in spiaggia per non incorrere nella rabbia del vicino di ombrellone.

Oggi, invece si andranno ad esaminare quegli atteggiamenti che potrebbero apparire fastidiosi e sbagliati agli occhi delle altre persone.

Pochi ci pensano ma queste cattive abitudini possono avere conseguenze realmente dannose sulla vita sociale

Quando si conversa con qualcuno bisogna ricordarsi che non si sta svolgendo un interrogatorio. Per questo motivo, se da un lato è bene mostrare interesse, dall’altra bisogna evitare troppe domande.

Infatti, soprattutto se appena conosciuti, un interrogatorio su vita privata o professionale potrebbe indispettire l’interlocutore. Infatti, se queste domande venissero poste in presenza di altre persone potrebbero mettere in imbarazzo.

Quindi, va bene interessarsi all’altra persona ma una raffica di domande non è il modo giusto per mostrare interesse.

Ripetitività

Quando si è in gruppo tra amici non è raro cominciare a raccontare di avventure, viaggi o esperienze del passato. Si tratta di un modo come un altro per fare conversazione e, perché no, prendersi un poni giro. Ebbene, quando ci sono persone che non fanno parte del gruppo sarebbe meglio evitare questo tipo di conversazione.

Infatti, raccontare storie che coinvolgono solamente una parte del gruppo potrebbe implicitamente escludere tutti coloro che a queste avventure non hanno preso parte. Inoltre, attenzione a non raccontare più volte la stessa storia allo stesso interlocutore. La noia è dietro l’angolo.

Ironia

L’ironia e la polemica sono due modi di fare conversazione che andrebbero evitati. Infatti, nel primo caso si corre il rischio di offendere l’interlocutore, soprattutto se non si è in confidenza.

Nel secondo caso, invece, una polemica continua potrebbe mettere in imbarazzo le altre persone.

Questo non vuol dire che non si può far valere il proprio pensiero. Va bene, in qualche caso, discutere e sostenere una propria idea ma questo non dovrà diventare una abitudine frequente.

Inoltre, quando si parla con gli altri sarebbe opportuno prestare attenzione alle risposte e a quello che hanno da dire. Insomma, essere concentrati principalmente su sé stessi a volte gioca dei brutti scherzi.

Ecco, quindi spiegato perché, anche se pochi ci pensano ma queste cattive abitudini possono avere conseguenze realmente dannose sulla vita sociale.

Consigliati per te