Piazza Affari in pole position può segnare il record annuale a queste condizioni

Ieri la Borsa di Milano ha realizzato una seduta forse decisiva. Nella giornata di mezzo della settimana borsistica Piazza Affari ha fatto una prenotazione molto importante. L’indice maggiore, il Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB), ha sfiorato il massimo dell’anno ed ha prenotato il record per questa settimana. Piazza Affari in pole position può segnare il record annuale a queste condizioni e il sorpasso potrebbe avvenire già nella seduta di oggi.

La Borsa di Milano ad un passo dal record

I segnali di forza da parte della Borsa di Milano erano arrivati già nelle prime sedute della settimana. Che la seduta di ieri sarebbe stata positiva lo avevano anticipato i nostri Analisti. Nell’articolo: “Attenzione alla Borsa di Milano e a questo titolo in rampa di lancio”, si rivela perché ieri la Borsa sarebbe salita. Gli stessi motivi sono validi anche per la seduta di oggi e di domani.

“HYCM”/
“HYCM”/

Ieri l’indice maggiore di Piazza Affari è partito con prudenza. Poco dopo l’avvio il Ftse Mib si è appoggiato al minimo della seduta precedente, quella di martedì 19 ottobre, poi è partito al rialzo. Nell’ultima ora di scambi ha realizzato il massimo di giornata a 26.608 punti. Questo livello è il più alto dell’anno dopo il massimo di agosto di 26.687 punti. Al termine della seduta l’indice ha chiuso a 26.581 punti, a poco più di 100 punti di distanza dal massimo assoluto. In termini percentuali il distacco è di appena lo 0,4%.

Piazza Affari in pole position può segnare il record annuale a queste condizioni

Oggi è ipotizzabile che in avvio di seduta i prezzi possano schizzare verso il record annuale. Se il Ftse Mib supererà i 26.600 punti, raggiungerà rapidamente i 26.700 punti. Poi per la Borsa si potrebbero aprire due scenari validi per la seduta odierna e per quella di domani.

Il primo scenario vede l’indice Ftse Mib superare il massimo, raggiungere i 26.700 punti e continuare a salire. In questa ipotesi il target successivo dei prezzi sarebbe quota 27.000 punti.

L’altro scenario vede l’indice maggiore di Piazza Affari fare il record, sfiorare i 26.700 punti e ripiegare subito per vendite di prese di beneficio. Queste potrebbero scattare sul mercato e riportare i prezzi fino a 26.400 punti. Se i prezzi fermassero qui la corsa, non sarebbe un dramma.

Tuttavia c’è anche la possibilità che la Borsa di Milano avvii le contrattazioni in ribasso. I prezzi potrebbero scendere sotto i 26.500 punti e dirigersi verso il supporto di brevissimo periodo a 26.400 punti. Se l’indice violasse al ribasso anche questo livello, i prezzi scenderebbero fino a 26.250 punti.

Approfondimento
Il punto sui mercati

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te