Perché oggi è un errore comprare casa in contanti invece di prendere il mutuo

Questo è forse il periodo storicamente migliore per acquistare casa col mutuo. Mai nella storia recente i tassi sono stati così bassi. E mai i tassi fissi sono stati così vicini ai tassi variabili. Oggi acquistare casa col mutuo conviene sempre e comunque, anche se si hanno i soldi per pagarla tutta in contanti. Analizziamone il motivo.

Perché oggi è un errore comprare casa in contanti invece di prendere il mutuo

Oggi per acquistare un immobile si può spuntare un tasso fisso (EURIRS), che a dicembre del 2020 ha toccato il minimo storico dello 0,02%. Praticamente gli interessi stanno a zero. Con un simile livello dei tassi, comprare un immobile col mutuo è più conveniente che pagarlo in contanti.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

In questo contesto storico, pagare una casa in contanti non è conveniente. Infatti si può prendere un mutuo e investire il capitale non impiegato in titoli di Stato di pari durata. Questa strategia potrebbe portare a guadagnare diverse migliaia di euro. Ecco perché oggi è un errore comprare casa in contanti invece di prendere il mutuo.

Quanto si spende oggi con un mutuo a tasso fisso di 110 mila euro per 25 anni

Facciamo una simulazione per capire bene perché se si hanno contanti, oggi conviene acquistare casa col mutuo. L’ufficio studi d’una importante società immobiliare, ha ipotizzato l’acquisto di un immobile del valore di 160.000 euro. Ed ha supposto che l’acquirente chiedesse un mutuo di 110.000 euro per 25 anni.

Poi ha calcolato quanto sarebbe stata la rata mensile prendendo il mutuo più conveniente sul mercato. Per un mutuo di 110.000 euro per 25 anni a tasso fisso, la rata mensile del mutuo più conveniente sarebbe stata di 420 euro circa. Un importo di 420 euro al mese diventa una cifra di 5.040 euro all’anno. Per 25 anni fanno 126.000 euro.

Quindi, supponiamo di avere 160.000 euro contanti per acquistare casa. Ma di preferire di chiedere un mutuo di 110.000 euro. In 25 anni si restituiranno 126.000 euro.

Quanto si guadagna impiegando i 110.000 euro per tutto il tempo del mutuo?

Immaginiamo adesso di investire i 110.000 euro risparmiati, in un titolo di Stato con scadenza esattamente tra 25 anni. Sul mercato MOT di Piazza Affari è quotato un BTP scadenza settembre 2046 (ISIN: IT0005083057). Ha una cedola del 3,25% e attualmente si paga 138 centesimi.

A scadenza verranno restituiti 100 centesimi, quindi meno di quanto si è inizialmente investito. Ma nel frattempo si incassano le cedole. I calcoli ci dicono che a scadenza, il rendimento netto sarà del 28,5%.

Quindi la differenza tra cedole incassate e minusvalenza in conto capitale farà comunque guadagnare il 28,5% in 25 anni. Investendo 110.000 euro nel titolo e attendendo la scadenza, si otterrà un guadagno di circa 31.000 euro. Nel frattempo il costo del mutuo sarà stato di 16.000 euro.

In conclusione

Questa simulazione dimostra come in questo momento storico, sia più conveniente comunque acquistare un immobile con un finanziamento anche avendo i soldi per pagarlo. Ecco perché oggi è un errore comprare casa in contanti invece di prendere il mutuo.

Approfondimento

Come risparmiare fino a 30mila euro cambiando mutuo con una semplice surroga

Consigliati per te