Per un matrimonio chi paga le bomboniere, l’abito o il ricevimento o il bouquet

La gestione delle spese è sempre molto complicata in un matrimonio soprattutto perché va a toccare delicati equilibri fra futuri parenti.
Va detto che al giorno d’oggi gli sposi si sposano ad un’età più matura, intorno ai 30 anni, e a questa età hanno già raggiunto l’indipendenza economica. La coppia spesso decide di sobbarcarsi autonomamente le spese del matrimonio, non gravando sulle spalle dei genitori. Vediamo però, secondo il galateo delle nozze, chi dovrebbe pagare cosa.

Per un matrimonio chi paga le bomboniere, l’abito o il ricevimento o il bouquet

La parte economicamente più pesante è a carico della famiglia della sposa. Occorre dire però che, sempre secondo tradizione ed etichetta, anche se un po’ obsolete, allo sposo e famiglia spetterebbe l’acquisto della casa della coppia. Rimaniamo però all’evento matrimonio e vediamo le spese caso per caso.

Cosa dovrebbe pagare la famiglia della sposa

Le regole del galateo suggeriscono che sia il futuro suocero a pagare l’abito della sposa. La tradizione vuole che sia la famiglia della promessa ad accollarsi la spesa. La sposa dovrebbe però in prima persona regalare l’abito alle damigelle. Altra voce di spesa della famiglia della sposa sono gli allestimenti floreali della chiesa e del ricevimento. A proposito di ricevimento, sempre l’etichetta vorrebbe che siano i genitori di lei a mettere mano al portafoglio. Al giorno d’oggi, la consuetudine ha portato ad un’equa suddivisione del salasso fra le due famiglie. La famiglia della sposa, infatti, deve pensare anche al servizio fotografico, all’offerta per la chiesa e agli intrattenimenti del ricevimento. Infine anche le bomboniere dovrebbero essere gentilmente offerte dalla famiglia della sposa.

Cosa dovrebbe regalare la suocera alla futura nuora

In alcune tradizioni meridionali pare sia la suocera a regalare l’abito da sposa, ma sembrerebbe un’usanza decisamente tramontata. Resta però ancora attuale la consuetudine di regalare il bouquet alla nuora. Ad esempio, andando incontro all’inverno, si può anche decidere per un bouquet alternativo di stoffa o gioiello. Attenzione, però, perché la suocera, anche se fosse una richiesta della nuora, non deve regalare un bouquet di spille, sebbene all’ultima moda. Tutto ciò che punge infatti è di cattivo auspicio.

La famiglia dello sposo dovrebbe pagare queste spese

A carico della famiglia dello sposo sarebbero:

  • la cena pre-matrimoniale, la cosiddetta reharsal dinner;
  • le spese accessorie come il noleggio dell’auto e i mezzi per il transfert degli invitati al ricevimento;
  • l’abito dello sposo.

Allo sposo in prima persona spetterebbe l’onere di pagare le fedi nuziali, anche se negli ultimi anni si registra una novità. I testimoni di nozze regalano le fedi agli sposi, in linea con la loro funzione di custodi del legame.

L’albergo per gli invitati che arrivano da lontano è offerto dagli sposi e solitamente si dividono le spese degli invitati di lei e di lui.

Chi paga il viaggio di nozze?

Solitamente il viaggio di nozze è pagato dalla famiglia dello sposo, ma in molti casi gli sposi preferiscono provvedere autonomamente. Spesso viene indetta una specie di crowdfunding per raggiungere la cifra destinata alla luna di miele.

Talvolta è difficile stabilire per un matrimonio chi paga le bomboniere, l’abito e le altre spese. Meglio quindi redigere un prospetto iniziale delle spese, onde evitare problemi di carenza di budget.

Lettura consigliata

Direttamente dagli Stati Uniti ci sono due tendenze che stanno spopolando in tutti i matrimoni e i promessi sposi ne sono pazzi

Consigliati per te