Per pulire la caffettiera e la moka in alluminio o in acciaio incrostata e bruciata basta 1 astuzia davvero furbissima

Sono davvero poche le persone che rinunciano al piacere di sorseggiare il caffè durante una piacevole pausa domestica. Oppure dopo pranzo. O a colazione. In genere il caffè si prepara con l’inseparabile moka, la caffettiera che quasi tutti abbiamo in casa. Le si riempie il serbatoio di acqua, la si carica della polvere della nostra amata miscela e la si mette sul fuoco. Sono queste le operazioni comuni che si usa compiere per preparare il caffè. E che, però, a lungo andare, possono intaccare lo splendore della nostra caffettiera.

La necessaria pulizia della caffettiera

Come detto, quando prepariamo il caffè facciamo sempre le stesse cose. Ossia mettere acqua e miscela nella caffettiera, che poi riponiamo sul fuoco. Quando versiamo il caffè nelle tazzine ci occupiamo poi di dare una risciacquata con acqua alla caffettiera. A lungo andare, però, lo strumento potrebbe sviluppare incrostazioni e bruciature. Sarebbe necessaria quindi un’accurata pulizia, diversa dalla solita sciacquata sotto l’acqua corrente. Questa si potrebbe fare con una semplice e furba astuzia.

Per pulire la caffettiera e la moka in alluminio o in acciaio incrostata e bruciata basta 1 astuzia davvero furbissima

Se vogliamo far tornare a risplendere la nostra moka, possiamo sfruttare la furba astuzia della bollitura di mezzo limone. Questo stratagemma, ideale anche per la pulizia delle stoviglie, permetterà di rimuovere dalla caffettiera, in alluminio o in acciaio, parti annerite e incrostazioni. Per metterlo in atto, innanzitutto dovremo smontare la moka in ogni sua parte. Dovremo quindi porre a bollire sul fornello una pentola d’acqua con mezzo limone. A bollitura avvenuta, spegneremo il fuoco e attenderemo un lieve raffreddamento dell’acqua.

All’interno della pentola metteremo il serbatoio e il filtro della caffettiera, lasciandoli a bagno per almeno 15 minuti. Trascorso il tempo li preleveremo e, nell’acqua ora più fredda, lasceremo a bagno la parte superiore della moka. Ossia quella con il manico in plastica. Questa parte dovrà restare a bagno per 30 minuti. Trascorse le tempistiche, le parti della caffettiera saranno linde. Per pulire la caffettiera e la moka, dunque, bisogna fare così.

Nel caso fossero presenti ancora residui di bruciature e incrostazioni, potremo agire su queste in altro modo. Ossia spazzolandovi sopra una piccola porzione di bicarbonato, messa sulle setole di un vecchio spazzolino da denti. Da ultimo, con la scorza del mezzo limone usato in precedenza potremo lucidare la moka.

Lettura consigliata

Per pulire pentole e padelle antiaderenti e in acciaio bruciate e nere basta 1 semplicissimo rimedio della nonna

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te