Per l’euro si avvicina il giorno del giudizio nei confronti del dollaro: o parte verso area 1.3 oppure si torna verso la parità

Dopo le vicissitudini delle ultime settimane per l’euro si avvicina il giorno del giudizio nei confronti del dollaro. Anche è stato ancora del tutto compromesso lo scenario che vede l’euro rafforzarsi nei confronti del dollaro con obiettivo almeno 1.3. Tuttavia le quotazioni si sono avvicinate a livelli chiave rotti i quali c’è il rischio concreto di tracollo della moneta unica europea. Quindi, per l’euro si avvicina il giorno del giudizio nei confronti del dollaro: o parte verso area 1.3 oppure si torna verso la parità

Se da un lato questo indebolimento potrebbe favorire le esportazioni e, quindi, la ripresa dell’economia. Dall’altro sono le motivazione che stanno spingendo l’euro al ribasso che preoccupano. Le difficoltà che i Paese europei stanno incontrando nel fronteggiare la pandemia da coronavirus non sono certamente un buon viatico per il rafforzamento dell’euro.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Per l’euro si avvicina il giorno del giudizio nei confronti del dollaro: o parte verso area 1.3 oppure si torna verso la parità: Le indicazioni dell’analisi grafica

Il 2 aprle la chiusura del cambio  euro dollaro (FXEURUSD) è stata a 1,1759 in ribasso dello 0,15% rispetto alla seduta  precedente. La settimana, invece, si è conclusa con un ribasso dello 0,29%.

Sul settimanale non ci sono più dubbi ormai da settimane. Come già scrivevamo settimana scorsa, come si vede dal grafico, infatti,  c’è stato un altro segnale di vendita in chiusura settimanale che rafforza quello precedente. Le quotazioni, quindi, sono dirette verso il II obiettivo di prezzo in area 1,1532. La massima estensione del ribasso in corso si trova in area 1,1124.

I rialzisti potrebbero prendere il sopravvento nel caso di una chiusura settimanale  superiore a 1,1936.

Sul mensile, invece, abbiamo avuto un segnale di vendita dello Swing Indicator che potrebbe far precipitare l’euro verso la parità col dollaro nel caso di una chiusura mensile inferiore a 1.162.

Sul trimestrale, invece, resta sempre valido lo scenario rialzista che vede l’euro diretto in area 1,3. Solo una chiusura trimestrale inferiore a 1,146 metterebbe in crisi lo scenario rialzista.

Time frame settimanale

euro dollaro

Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

euro dollaro

Time frame trimestrale

euro dollaro

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te