Per dimagrire dopo la menopausa ecco 5 aiuti indispensabili secondo la scienza

Il tempo dà corso al cambiamento di moltissimi aspetti della salute sui quali dovremmo porre la giusta attenzione modificando il nostro stile di vita. Specialmente per le donne in periodo di menopausa, non è raro che vi sia un aumento di peso in ragione del calo di livelli di estrogeni.

Più che per una questione estetica, gli sbalzi di peso devono essere monitorati per le conseguenze sulla salute che questi apportano. L’accumulo di grasso e gli aumenti di glicemia hanno effetti su tutto l’organismo e devono di essere tenuti in debita attenzione medica. Ad esempio, questo campanello d’allarme potrebbe annunciare il diabete e aumentare il rischio di infarto e ictus.

Ma vediamo cosa suggeriscono gli esperti.

Per dimagrire dopo la menopausa ecco 5 aiuti indispensabili secondo la scienza

La nutrizionista referente di Fondazione Veronesi espone cause, effetti ed accorgimenti per la menopausa e la perdita di peso dopo i 50 anni. La Dottoressa spiega come il cambiamento ormonale, in alcune donne, possa cogliere alla sprovvista costringendo a cambiare abitudini quotidiane, ma l’invito è di non disperare. Infatti, per dimagrire dopo la menopausa ecco 5 aiuti indispensabili secondo la scienza.

Digiuno sì, digiuno no?

Più che passare giornate intere senza mangiare, sarebbe consigliabile limitare gli spazi della giornata dedicati al cibo. Saltare i pasti fa male alla salute, specialmente la colazione che contribuisce ad apportare energia per l’intera giornata e a non essere affamati. Meglio fare colazione alle 8, un pranzo sano e finire i pasti alle 16 con una merenda. Sconsigliati i pasti dopo le 20.

Cosa mangiare

Il consiglio è quello di variare il più possibile l’alimentazione, seguendo magari le stagionalità della dieta mediterranea. Non eccedere con i carboidrati e preferire grassi buoni e proteine, possibilmente di origine vegetale. Sì, dunque, a noci, frutta, cereali e olio extravergine, limitando cibi lavorati e carni rosse e zuccheri, specialmente la sera, e magari trovare delle alternative. A tal proposito, contro colesterolo e diabete pochi conoscono questa alternativa allo zucchero senza calorie e glucosio.

Giusto movimento

Come sempre, risulta indispensabile fare la giusta quantità di attività fisica per favorire una buona circolazione e dimagrimento. La bici o la camminata veloce, riducono il peso, il rischio di patologie cardiovascolari ed aiutano l’umore. Stimolare la muscolatura, inoltre, aiuta l’organismo ad assimilare i nutrienti invece che accumularli su pancia e gambe in riserve di grasso pericolose per la salute.

Niente scelte drastiche in fatto di dieta

L’ultimo consiglio è quello di non credere a diete miracolose o che richiedano tagli drastici alla dieta. Ogni fisico è unico e, pertanto, qualunque siano le azioni che abbiamo deciso di applicare, devono essere supportate da un parere medico.

Approfondimento

Cervello e memoria potrebbero andare in frantumi trascurando questa spia anticamera di demenza e Alzheimer.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te