Pagare meno tasse per curare o rifare i denti è possibile grazie alle spese dentistiche e odontoiatriche detraibili nel 2021

Le spese che una famiglia o il singolo contribuente affronta per la cura dei denti sono spesso piuttosto onerose. Rifarsi i denti, applicare un impianto dentale o curare delle carie diffuse costa non poco e spesso tali spese sfiancano sul piano economico. Fortunatamente molte delle spese dentistiche e odontoiatriche finalizzate alla cura sono detraibili nel modello 730/2021 o modello redditi PF. Vediamo di seguito come fare e quale franchigia si deve superare affinché si possa ottenere la dovuta detrazione.

Come si devono pagare le spese dentistiche e odontoiatriche per accedere alla detrazione?

Pagare meno tasse per curare o rifare i denti è possibile grazie alle spese dentistiche e odontoiatriche detraibili nel 2021. Tutto quello che si deve fare è elencare tutte le spese che il contribuente ha sostenuto nell’anno di imposta precedente. Attenzione a non dimenticare che la spese mediche e sanitarie di questo genere si possono portare in detrazione a condizione che il contribuente abbia pagato con mezzi tracciabili. Questo è un vincolo che ha imposto già la Legge n. 160 del 27 dicembre 2019.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Pagare meno tasse per curare o rifare i denti è possibile grazie alle spese dentistiche e odontoiatriche detraibili nel 2021

Al fine di ottenere la detrazione IRPEF del 19% il contribuente dovrà inserire le spese nel proprio modello 730/2021. Nello specifico, si deve compilare il Quadro E – Oneri e Spese, Righi E1 ed E2. Il Rigo E2 riguarda nello specifico i familiari che il contribuente ha a proprio carico e per il quale può portare in detrazione le spese dentistiche.

Un esempio tipico è quello del genitore che può detrarre anche le spese di cura che sostiene per il figlio. Ricordiamo che relativamente alle spese mediche per familiare a carico il limite agevolabile corrisponde a 6.197,48 euro per ogni anno. Laddove si ecceda tale limite, è possibile dividere in quattro parti la quota a patto che il totale complessivo non superi i 15.493,71 euro. In tal caso la detrazione si spalma in rate di quattro anni. Altro elemento da non dimenticare è che il calcolo della detrazione spetta all’unità che eccede la franchigia pari a 129,11 euro. Dunque, pagare meno tasse per curare o rifare i denti è possibile grazie alle spese dentistiche e odontoiatriche detraibili nel 2021 secondo le presenti regole.

Approfondimento

Arriva una imperdibile detrazione del 50% nel modello 730/2021 per chi inserisce queste spese e le dichiara all’Agenzia delle Entrate

Consigliati per te