Oltre alle ortensie, attenzione a queste 8 piante comunissime che fioriscono in primavera perché potrebbero essere pericolose per il gatto

I padroni dei gatti lo sanno: questi animali sono dei veri curiosoni che, mossi da un cuore spesso impavido, non vedono l’ora di andare in esplorazione. Infatti, sono attratti da mille cose e a volte trovano interessante persino il vuoto, fissandolo come se fosse una delle cose più affascinanti al Mondo.

I cuccioli, poi, sono super giocherelloni e corrono dietro ad ogni oggetto strisciante o che si muova. Molti micetti, però, conservano quest’animo burlone fino alla vecchiaia, concedendosi una pausa gioco tra un pisolino e l’altro.

Proprio per questo, potrebbero trovare particolarmente stimolanti e attraenti anche le nostre piante, soprattutto quelle che producono fiori coloratissimi.

Alcune, però, rientrerebbero nella categoria “nocivo” perché potrebbero risultare dannose e le scopriremo proprio in questo articolo.

Oltre alle ortensie, attenzione a queste 8 piante comunissime che fioriscono in primavera perché potrebbero essere pericolose per il gatto

Ora che arriva la primavera, nella nostra casa è un’esplosione di fiori. Sono adorabili, con i loro petali variopinti, e sono perfetti per profumare e colorare tanti angolini.

Tuttavia, molte di queste stesse piante fiorite, che coltiviamo e curiamo da marzo alla fine di maggio, sarebbero un attentano alla vita del nostro gatto.

Come anticipato dal titolo, in questo elenco rientrerebbero innanzitutto le ortensie e sarebbero pericolosi sia i fiori sia le foglie.

Poi, dovremmo considerare rischiose anche:

  • le primule e i loro fiori;
  • il gelsomino per intero;
  • il glicine con i suoi frutti e semi;
  • i lillà con fiori e foglie;
  • lo spatifillo per intero.

Al nostro elenco, però, si aggiungerebbero alcune bulbose come:

  • i tulipani con i suoi bulbi;
  • i narcisi sempre con i bulbi;
  • i gigli per intero.

Sintomi

Quindi, oltre alle ortensie, attenzione a queste 8 piante dalla doppia faccia, belle ma temibili per il felino.

Infatti, se entrasse in contatto con loro, o se ne mangiasse un pezzettino, potrebbe accusare:

  • infiammazioni e bruciori nella zona della bocca;
  • diarrea;
  • vomito;
  • dermatite;
  • irrigidimento degli arti;
  • spasmi;
  • difficoltà respiratore.

In tutti questi casi, anche se non fossimo certi del contatto con la pianta, la cosa migliore da fare sarebbe recarsi dal veterinario.

Le fioriture a prova di felino

Infine, se fossimo curiosi di sapere quali piante con fiori potremmo coltivare in spensieratezza, ecco alcune varietà che sarebbero più indicate:

  • lavanda;
  • rosa;
  • zinna;
  • bocca di leone;
  • violetta.

Approfondimento 

Padroni più felici con questa profumata e pratica lettiera per gatti da fare in poche mosse e con 4 comunissimi prodotti

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te