Novità dall’Agenzia delle Entrate sugli atti di compravendita immobiliare

L’Agenzia delle Entrate continua a rafforzare i propri servizi che interessano in particolar modo la fruizione telematica. L’ultima novità da parte dell’amministrazione finanziaria riguarda il valore immobile dichiarato. Nella guida i Tecnici di ProiezionidiBorsa spiegano di cosa si tratta e come funziona questo servizio.

Quali sono gli aspetti principali

Arrivano delle importanti novità dall’Agenzia delle Entrate. Novità che riguardano gli atti di compravendita immobiliare. Il nuovo servizio che l’Ente rende disponibile ai contribuenti è la consultazione del valore immobiliare dichiarato. Esso è attivo a partire dallo scorso 7 dicembre sul portale dell’Agenzia. A questo hanno accesso tutti i cittadini e professionisti interessati. Lo strumento è consultabile sul portale. Offre la possibilità di visualizzare in forma gratuita i corrispettivi che sono presenti negli atti di compravendita.

In questa maniera, gli utenti potranno apprendere in maniera diretta e immediata il costo delle transazioni che interessano la sfera immobiliare. I dati sono direttamente consultabili. Inoltre interessano tutti gli atti che hanno avuto luogo a partire dal 1° gennaio 2019. Una interessante guida specifica che l’Ente propone al cittadino è consultabile qui.

Come accedere al servizio e consultare i dati

Il nuovo servizio rappresenta una vera e propria novità dall’Agenzia delle Entrate sugli atti di compravendita immobiliare. Il prezzo delle transazioni consultabile è quello che risulta presente nei modelli per l’adempimento unico di trascrizione, di voltura e di registrazione degli atti. A chiunque volesse fruire del servizio ricordiamo che l’accesso al portale richiede il possesso delle credenziali SPID. In diversi articoli precedenti i tecnici di ProiezionidiBorsa hanno illustrato ai Lettori come ottenere le credenziali SPID in maniera semplice e veloce. Una guida rapida è consultabile qui.

Quando l’utente riesce ad accedere all’area dedicata sul sito, egli può effettuare una ricerca dei dati di interesse inserendo l’indirizzo e la località specifica. A questi dati indicativi, si deve poi aggiungere quale tipo di atto si intende consultare utilizzando i filtri di ricerca che offre il portale.  Queste le Novità dall’Agenzia delle Entrate sugli atti di compravendita immobiliare.

Consigliati per te