Cosa si deve fare per avere lo SPID sul proprio dispositivo

Molti si domandano cosa fare per richiedere e ottenere lo SPID in maniera da accedere ad alcuni servizi INPS e della Pubblica Amministrazione. Con la presente guida i Tecnici di ProiezionidiBorsa illustreranno i passi preliminari per la richiesta della nuova identità digitale e gli strumenti utili. Ecco cosa si deve fare per avere lo SPID sul proprio dispositivo.

Perché lo SPID è utile al cittadino

L’avvento delle più recenti modalità di identificazione dell’utente hanno mutato le modalità di interazione con molti sistemi informatici al fine di utilizzare alcuni servizi. Attualmente, questa opportunità sembra divenire una vera e propria esigenza dato il necessario rispetto delle distanze di sicurezza sanitaria. Ecco che, in tale scenario, lo SPID rappresenta uno strumento indispensabile in talune circostanze ed altamente utile in altre. Tale termine altro non è che un acronimo che sta a significare “sistema pubblico di identità digitale”. Abbiamo parlato di necessario uso del sistema di identificazione perché, come molti sapranno, in taluni casi è diventata una condizione vincolante.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Ad esempio, dallo scorso 1° ottobre, il cittadino che intenda accedere ai servizi INPS non potrà fare a meno dell’uso dello SPID. Questo è quanto abbiamo più volte segnalato nelle nostre rubriche riferendoci alla circolare INPS n.87 del 17 luglio 2020. Così come per l’INPS, anche l’accesso alla più parte dei servizi digitali della Pubblica Amministrazione risultano accessibili solo per mezzo dell’identità digitale. Ecco perché è importante sapere cosa si deve fare per avere lo SPID sul proprio dispositivo.

Come inoltrare la richiesta per l’ottenimento dell’identità digitale

Al fine di richiedere e ottenere lo SPID, il cittadino deve anzitutto munirsi di: un indirizzo email a cui abbia accesso; un documento di identità in corso di validità; un numero di cellulare che si associa all’identità; il proprio codice fiscale o tessera sanitaria. Questi dati e strumenti sono indispensabili per la richiesta dell’identità digitale presso uno dei soggetti che rilasciano le credenziali, gli Identity Provider. Attualmente ne esistono diversi come è possibile consultare nella pagina qui. Questi sono i primi passi da muovere per capire cosa si deve fare per avere lo SPID sul proprio dispositivo. Successivamente, si può procedere seguendo le indicazioni del proprio Provider al fine di formalizzare l’ottenimento dell’identità digitale.

Consigliati per te