Non tutti comprano questa pasta al supermercato senza sapere che sarebbe tra le migliori al Mondo 

Noi italiani siamo un popolo di mangiatori accaniti di pasta. Basti pensare che, secondo le stime, ognuno di noi ne consumerebbe all’anno circa 23 kg.

Nonostante le abitudini alimentari cambino col tempo, la pasta, a detta di molti, rimane ancora “il vero piatto tipico italiano”. In particolare, una ricerca Eumetra sostiene che gli italiani amerebbero soprattutto la pasta corta.

Fusilli, penne e rigatoni, in particolare, sono in cima alla classifica di gradimento del 78% del campione intervistato. Per non parlare della diatriba secolare che divide chi ama le penne rigate e chi quelle lisce.

Insomma, la pasta è un alimento fondamentale, che genera sempre interesse e che non manca mai sulle nostre tavole. Molti di noi, però, fanno un errore grossolano: si focalizzano sempre sugli stessi tipi di pasta, finendo per snobbarne altri, altrettanto gustosi.

In particolare, esiste un formato di pasta che spopola da anni, anche nelle cucine degli chef, per diversi motivi. Una delle qualità migliori di questo formato di pasta è che tiene benissimo la cottura e, infatti, non scuoce quasi mai. Ecco di che pasta stiamo parlando.

Non tutti comprano questa pasta al supermercato senza sapere che sarebbe tra le migliori al Mondo

La pasta è uno degli alimenti cardine della nostra tradizione. Esistono moltissimi tipi di pasta, che differiscono per tipo di farina, formato, lunghezza e caratteristiche nutrizionali. Pochi sanno, ad esempio, che questa pasta donerebbe energia a lungo termine e che sarebbe totalmente priva di colesterolo.

Oggi, però, parleremo di un particolare tipo di pasta, diffusissimo nei supermercati, ma molto spesso sottovalutato. Si tratta di una delle paste preferite da tantissimi chef in tutto il Mondo per diversi motivi, e che ha tantissimi vantaggi. Stiamo parlando dei paccheri, formato di pasta tipico della cucina partenopea.

Tengono benissimo la cottura

Il primo motivo per cui tantissime persone, professionisti e non, amano utilizzare i paccheri è perché tengono la cottura in maniera straordinaria.

Infatti, chiunque abbia provato a cucinare i paccheri almeno una volta si sarà accorto che non sono assolutamente sufficienti i 12 minuti solitamente riportati sulla confezione.

La maggior parte delle volte, quindi, li scoleremo che saranno ancora un po’ al dente. Per questo, impiegheremo più tempo a masticare, quindi agevoleremo la digestione e assaporeremo più lentamente il nostro piatto. Il nostro stomaco ci ringrazierà.

Lisci o rigati, perfetti per queste ricette

Inoltre, i paccheri sono molto versatili. Esistono nella versione rigata e in quella liscia, e possono essere utilizzati per la pasta al forno, come piccoli cannelloni, da riempire di condimento a nostra scelta. Altrimenti possono essere conditi con sughi, salse, verdure, frutti di mare o funghi e salsiccia.

Il consiglio è di utilizzare i paccheri lisci per preparare la pasta al forno. Quelli rigati, invece, saranno perfetti con un sugo di pesce. Infatti, in questo modo, riusciranno a trattenere più sugo, e il nostro piatto sarà davvero eccezionale. Ecco perché i paccheri sono un formato di pasta davvero straordinario. Nonostante questo, però, ancora non molti comprano questa pasta al supermercato senza sapere che sarebbe tra le migliori al Mondo.

Consigliati per te