Non è vero che la caffettiera non si lava, ecco i due metodi per pulire la moka senza influenzare il gusto del caffè

Lavare la moka con il detersivo per i piatti, o peggio ancora metterla in lavastoviglie, è uno dei peggiori passi falsi che possiamo compiere in cucina. A sentire le nostre nonne o madri, la moka non andrebbe mai lavata. Ma questo comandamento non può essere del tutto affidabile. Una moka incrostata e piena di residui certamente non produrrà un buon caffè. Ma allora dove si nasconde la verità? Bisogna lavare la moka oppure no? La risposta è sì, ma non allo stesso modo delle altre stoviglie.

Non è vero che la caffettiera non si lava, ecco i due metodi per pulire la moka senza influenzare il gusto del caffè

La moka va innanzitutto sciacquata accuratamente ogni volta che la svuotiamo dopo aver fatto un caffè. Va inoltre lasciata asciugare completamente prima di riporla, per evitare la formazione di muffe. Sostituiamo anche la guarnizione quando è troppo compromessa. Assicuriamoci anche che non ci siano crescite di muffe sulla guarnizione, che potrebbero essere un rischio per la salute oltre a compromettere il caffè. Ma come fare se vogliamo una pulizia più approfondita? Non è vero che la caffettiera non si lava, ecco i due metodi per pulire la moka senza influenzare il gusto del caffè.

Un caffè di bicarbonato

Il primo metodo consiste nel pulire la moka utilizzando il bicarbonato. Mettiamo un cucchiaino di bicarbonato nella caldaia insieme all’acqua, e un cucchiaino nel filtro, senza riempirlo però. Facciamo un normale caffè. Il bicarbonato pulirà tutte le componenti della moka, persino i piccoli buchi del filtro dove di solito si accumulano i residui di caffè. Sciacquiamo poi la moka accuratamente prima di riutilizzarla.

Uno scrub al sale

Per pulire le incrostazioni, utilizziamo del sale grosso. Mettiamo su una spugna inumidita una generosa quantità di sale grosso e procediamo a fare lo scrub alla nostra moka, senza tralasciare alcuna parte. Dopo questa operazione, facciamo un caffè a vuoto per eliminare i residui.

Un consiglio per rimuovere le bruciature annerite

Se la nostra vecchia moka è tutta bruciata e annerita nella parte esterna, non perdiamo le speranze. Esiste un rimedio. Mettiamo la caldaia a testa in giù su uno strofinaccio, poi ricopriamola con del sale grosso, del succo di limone, e una goccia di sapone per i piatti. Strofiniamo bene con una spugna e poi lasciamo agire per almeno un’ora. Questa soluzione eliminerà ogni traccia di bruciatura dalla nostra moka. Tornerà come nuova.

E a proposito di caffè, non buttiamo via le buste del caffè. Sono un materiale utilissimo per svolgere alcuni compiti in casa.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te