Non è solo il momento di moltiplicare rosmarino e vite ma anche di piantare queste talee preziose

Non è detto che chi possegga un giardino abbia un pollice verde perfetto, anche chi ha poca esperienza e ama le proprie piante, potrà dedicare del tempo per curarle e farle crescere rigogliose. Nei mesi invernali, oltre che raccogliere i frutti e gli ortaggi, dovremo pensare a quali semi interrare o quali arbusti potare. Lavori indispensabili per avere degli spazi esterni ordinati e ricchi di colori, anche con il freddo.

In questo periodo di riposo vegetativo, possiamo ottenere alcune specie partendo da semplici talee, ovvero una parte del ramo. Esistono diversi modi per dare vita a nuove piante e ogni tipo partendo dal ramoscello, basterà poi avere specifiche attenzioni per farlo sopravvivere al meglio.

Non è solo il momento di moltiplicare rosmarino e vite ma anche di piantare queste talee preziose

Per le rose solitamente il momento migliore per eseguire questa tecnica è in estate o autunno, mentre a febbraio potremo ancora occuparci del rosmarino. Infatti, in alcune condizioni climatiche non particolarmente rigide, è possibile preparare le talee.

Scegliamo un esemplare ben sviluppato e tagliamo uno o più rami di circa 10-20 cm ed eliminiamo le foglie più basse e mezzo centimetro dalla punta. Interriamo in un vaso di plastica, con terriccio universale, e innaffiamo spesso. Posizioniamo il vaso in un luogo protetto e abbastanza caldo e teniamo la terra sempre umida, in un mese circa le radici saranno sviluppate.

È il mese adatto anche per moltiplicare le talee di vite, ricaviamone una con almeno 3 nodi, lunga da 20 ai 40 cm e teniamola ammollo per un paio di giorni. Poi potremo metterle in vaso, evitando di esporle troppo alla luce, per fare crescere le prime foglie nuove.

Ma non è solo il momento di moltiplicare rosmarino e vite ma anche di piantare queste talee preziose per la cucina o per decorare gli esterni. Ad esempio potremo produrre la lavanda, profumata e dall’aspetto molto gradevole, a patto di farlo in una stanza al chiuso. Tagliamo un ramo giovane di 10-15 cm e togliamo le foglie alla base, piantiamo in un vaso, aggiungiamo della polvere radicante e innaffiamo ogni giorno.

Salvia e garofano

La stessa operazione potremmo farla anche per ottenere la salvia, a partire dalla talea. Servirà solo recuperare 10 cm delle cime più belle e piantarle in un composto di sabbia e torba, eliminando sempre le foglie in basso. Ricordiamo di aggiungere acqua spesso e in breve avremo una pianta nuova di salvia.

Usiamo lo stesso tipo di terriccio per moltiplicare anche il garofano. Ricaviamo un ramo di 10 cm e piantiamolo nel vaso, lasciandolo in un luogo illuminato e riparato dal freddo, dopo circa un mese potremo piantare il garofano nella fioriera o a terra.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te