Non buttiamo le bottiglie d’acqua vuote perché sono utilissime per le piante se usate con questo piccolo oggetto

Se a casa abbiamo delle piante, siamo consapevoli del fatto che durante l’estate, o comunque se partiamo per periodi abbastanza lunghi, queste dovranno essere innaffiate anche in nostra assenza. Quando questo accade abbiamo svariati rimedi pronti da mettere in atto.

Se viviamo in un condominio con vicini o portinaio possiamo chiedere a loro la gentilezza di prendersi cura delle nostre piante. E quindi, mentre noi siamo in ferie, le nostre piante saranno curate da questi. In questo caso possiamo sia lasciare le chiavi ai vicini, sempre se sono fidati, oppure possiamo direttamente consegnare le piante a questi e riprenderle al nostro ritorno.

Poi ci sono alcuni prodotti che possiamo usare per innaffiare le piante. Ad esempio, in commercio esistono dei biogel che servono per l’autoirrigazione delle piante. Ma se cerchiamo online oppure ci rechiamo da qualche vivaio possiamo scoprire diversi modi per dare l’acqua alle nostre piante anche se non siamo in casa.

C’è un rimedio molto facile che possiamo mettere in atto con l’aiuto delle vecchie bottiglie di plastica. Quindi, invece di buttarle via, teniamone una per ogni pianta che abbiamo in casa. Ci sono poi alcune piante, come quelle grasse, che hanno bisogno di pochissima acqua. Quindi, se dessimo loro da bere prima di partire, potrebbero resistere. Sempre se non andiamo in vacanza per un mese.

Non buttiamo le bottiglie d’acqua vuote perché sono utilissime per le piante se usate con questo piccolo oggetto

Ma in che modo delle bottiglie di plastica possono venirci in aiuto? Non dovremo assolutamente tagliarle, incollarle o fare altro. Lasciamole assolutamente così come sono. Ci sono alcuni rimedi dove è necessario rimuovere delle parti, ma non è questo il caso.

In realtà tutto quello che ci servirà, oltre alle bottiglie, sono dei piccoli coni. Questi si possono acquistare tranquillamente online. Questi coni hanno una valvola di controllo che può modulare la velocità di gocciolamento da 0 a 60 secondi per una sola goccia.

Sulla parte superiore del cono applichiamo la nostra bottiglia di plastica, mentre la parte con la punta sarà inserita nel terreno. In questo modo le nostre piante riceveranno tutta l’acqua necessaria per sopravvivere. E se hanno bisogno di più acqua possiamo aumentare le gocce; se non hanno bisogno di essere bagnate molto, possiamo diminuire l’intensità.

Ed ecco che con dei coni e una bottiglia di plastica possiamo andare in vacanza sereni senza dover pensare alle nostre piante. Per questo motivo non buttiamo le bottiglie d’acqua vuote perché sono utilissime per annaffiare il verde durante le ferie.

Lettura consigliata

Pochi lo sanno ma ecco come avere un basilico sano e rigoglioso sul nostro balcone

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te