Niente soldi per uno psicologo? Ci aiuta la tecnologia

Quante volte abbiamo pensato di parlare con uno specialista ma le nostre finanze non ce lo hanno permesso? Quante volte abbiamo sentito l’esigenza di essere ascoltati da qualcuno che non fosse un amico o un parente stretto?
Nell’epoca contemporanea, parlare di psicoterapia rappresenta ancora un grande tabù. Etichettate come le cure dei pazzi, psicologia e psicoterapia non hanno ancora ottenuto il cosiddetto “consenso sociale”.

Eppure, anche chi si schiera contro questo genere di supporto, spesso finisce per ricredersi ed avvertire il bisogno di un consulto diverso dai consigli amicali.
E quando si capisce che è arrivato il momento di affidarsi ad un esperto, ecco che il problema non sono più i pregiudizi, ma il portafogli.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Niente soldi per uno psicologo? Ci aiuta la tecnologia

La tecnologia, tanto criticata e al contempo tanto amata. Ci allontana dal contatto fisico, ma in qualche modo ci agevola la vita, proprio come in questo caso. Ognuno di noi ha uno smartphone, forse però non tutti avranno notato che esistono alcune app di sostegno psicologico.

Basta digitare un termine come psicologo, psicologia, benessere mentale e il gioco è fatto. Queste applicazioni si trovano normalmente nelle sezioni di Salute e benessere o Medicina.

Alcune richiedono un piccolo abbonamento mensile o annuale per sbloccare certi contenuti, ma si tratta di cifre irrisorie rispetto ad un terapeuta. Naturalmente queste soluzioni non sostituiscono una terapia vera e propria, ma possono offrire un valido supporto per i problemi più diffusi.

I blog

Un’altra soluzione è rappresentata dai blog online. Già da svariati anni, su internet è possibile trovare chat e specifici siti di discussione e supporto per chi soffre di determinati disturbi.

Così, troviamo siti dedicati ad adolescenti fragili, a ragazzi e ragazze con problemi alimentari o semplicemente a chi ha bisogno di parlare. Attenzione però alle truffe e ai siti gestiti da malintenzionati o promotori di idee malsane. È consigliato fare sempre un controllo del blog o della pagina online che si intende visionare prima di inserire i propri dati e informazioni personali.

Niente soldi per uno psicologo? Ci aiuta la tecnologia. È più facile ed efficace di quanto si possa immaginare.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te