Né D né B12 ma questa sottovalutata vitamina ridurrebbe il colesterolo migliorando anche umore e memoria

Si avvicinano le feste e con loro anche le grandi abbuffate.

Chi ha qualche problemino di salute però si prepara ad affrontare questo periodo con qualche preoccupazione in più.

Se da un lato spinge la voglia di lasciarsi andare a qualche stravizio, dall’altra siamo trattenuti dal timore di peggiorare alcune situazioni magari già borderline.

Stiamo parlando dei valori del sangue ed in particolare quelli del colesterolo, il nemico n.1 delle nostre arterie.

Il colesterolo è un tipo di grasso prodotto dall’organismo e necessario ad esso entro certi limiti.

Quando è in eccesso però finisce per depositarsi anche nelle arterie, aumentando così il rischio di malattie cardiovascolari.

Si tratta di un problema che il gran mangiare di questi giorni può portare alla ribalta ma purtroppo milioni di persone devono farci i conti tutto l’anno.

Molte di queste però faticano ad abbandonare cattive abitudini e alimentazione scorretta.

Tutti i perché di un nemico insidioso ma che si può contrastare

È ormai appurato come su alterati valori di colesterolo incida in buona parte l’alimentazione, in particolare quelli ricchi di grassi saturi.

Questa poi si lega inevitabilmente a quasi tutte le altre cause quali obesità, sovrappeso e sedentarietà.

Il colpo di grazia lo dà infine il fumo di sigaretta.

Abbiamo già affrontato il tema del colesterolo in più di un’occasione, almeno dal punto di vista dell’alimentazione corretta.

Abbiamo visto infatti che può bastare l’aggiunta di un ingrediente particolare ad una semplice insalata per conoscere effetti benefici su questo problema.

In alternativa per ossa e arterie d’acciaio possiamo consumare questo particolare ortaggio di stagione.

Una delle armi che possiamo utilizzare per tenerlo a bada però è anche l’integrazione di alcune vitamine.

Né D né B12 ma questa sottovalutata vitamina ridurrebbe il colesterolo migliorando anche umore e memoria.

Vediamo qual è questo prezioso e ingiustamente poco considerato alleato della salute.

Né D né B12 ma questa sottovalutata vitamina ridurrebbe il colesterolo migliorando anche umore e memoria

La vitamina di cui stiamo parlando è la vitamina B7 o Inositolo.

Parliamo di vitamina in modo improprio trattandosi piuttosto di una non-vitamina, che si lega però strettamente ad altre del gruppo B.

Il motivo è che è introdotto in parte con l’alimentazione mentre una parte è autonomamente prodotta dall’organismo.

Ad esserne particolarmente ricchi sono il fegato, il tuorlo d’uovo, le noci, il lievito di birra, arance e banane.

In particolare sembrerebbe essere fondamentale per la produzione di lecitina, una sostanza attiva nella pulizia delle arterie.

Per questo a beneficiarne saranno anche i livelli di colesterolo.

Inoltre sosterrebbe il cervello nella risposta allo stress fisico e psichico e contribuirebbe soprattutto negli over 60 al mantenimento di una buona memoria.

Insomma una vera e propria chicca di benessere di cui tenere assolutamente conto magari parlandone con il proprio medico di fiducia.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te