Multa fino a 1.731 euro e la decurtazione di 10 punti dalla patente per questa comunissima infrazione

Il traffico automobilistico è in costante aumento. La pandemia ha spinto molti all’abbandono del mezzo pubblico per riprendere l’auto. Le infrazioni stradali sono in crescita anche a causa del traffico in ascesa. Moltissimi, per esempio, tendono a parcheggiare in doppia fila, perché trovare un parcheggio in città è diventato quasi impossibile. Alcune infrazioni sono molto più gravi, eppure le vediamo fare tutti i giorni. Una in particolare è molto grave. Scatta una multa fino a 1.731 euro e la decurtazione di 10 punti dalla patente per questa comunissima infrazione.

Quali sanzioni comportano le infrazioni stradali

Le infrazioni al codice della strada prevedono in genere tre tipi di sanzione a seconda della gravità della violazione. Una sanzione di natura pecuniaria, la decurtazione dei punti dalla patente e in caso di massima gravità della violazione, il ritiro della patente. Per esempio, gli automobilisti commettono spesso un’infrazione che comporta la decurtazione di 8 punti dalla patente. La maggior parte delle volte l’automobilista commette questa violazione senza neanche accorgersene. Soprattutto ne sottovaluta le conseguenze sanzionatorie. Di questa infrazione si parla in questo articolo: “Stangata pesantissima per questo comunissimo reato stradale che moltissimi commettono senza rendersene conto”.

“HYCM”/
“HYCM”/

Di recente un’operazione della Polstrada sull’intera rete stradale nazionale è salita agli onori delle cronache. In quell’occasione la Polizia stradale ha ritirato 76 patenti e decurtato un totale di 808 punti. Gli automobilisti cosa avevano fatto per meritare una simile sanzione? I multati avevano percorso la corsia di emergenza per evitare la coda.

Multa fino a 1.731 euro e la decurtazione di 10 punti dalla patente per questa comunissima infrazione

Molti sono tentati di usare la corsia d’emergenza quando sono in coda, specialmente se vedono farlo agli altri. Le corsie d’emergenza sono riservate a veicoli privati che hanno difficoltà nella marcia o sono in avaria. Un’auto che ha un problema meccanico e deve viaggiare a velocità ridotta può utilizzare la corsia d’emergenza fino alla prima piazzola utile. Se l’auto è in avaria e non può continuare la marcia può utilizzare la corsia d’emergenza per la sosta forzata solamente per 3 ore.

L’articolo 176 del codice della strada è chiarissimo. In caso di coda o ingorgo è possibile utilizzare la corsia d’emergenza con l’unico scopo di imboccare un’uscita autostradale. Questa operazione può essere fatta esclusivamente in vista del cartello di preavviso dell’uscita, posto a una distanza di 500 metri.

Quali sono le sanzioni per chi effettua quest’infrazione? Circolare sulla corsia d’emergenza comporta una sanzione pecuniaria da 430 euro a 1.731 euro e la decurtazione di 10 punti patente.

Approfondimento

Si rischiano multe salatissime e 2 punti della patente incappando in una grandinata

Consigliati per te