Meno stress sul lavoro e più concentrazione in soli 5 minuti con questi 4 esercizi consigliati dal mental coach

Viviamo in una società in cui le persone fanno mille cose sul posto di lavoro: ora una call, un momento dopo un incontro, dopo una mail urgente alla quale rispondere, un corso di formazione, telefonate con i colleghi, riunioni con il capo e così via.

Tutto questo produce stress, molto stress che, come si sa, non è l’aiuto migliore per lavorare in maniera qualitativa e produttiva.

Lo stress è controproducente per tantissimi motivi: per la salute psicofisica in primis, in secondo luogo per la propria serenità interiore, in terzo luogo per l’atmosfera che si crea sul luogo di lavoro. In ultimo lo stress è deleterio anche per l’azienda, perché dipendenti stressati producono inevitabilmente meno.

Ma in soli 5 minuti si può ridurre lo stress e aumentare la calma con i 4 esercizi consigliati dal mental coach Matthew Jones.

Meno stress sul lavoro e più concentrazione in soli 5 minuti con questi 4 esercizi consigliati dal mental coach

Matthew Jones, mental coach e terapeuta, ha ideato 4 semplici consigli per abbassare immediatamente la frequenza cardiaca e i livelli di stress che possono sorgere sul lavoro e, a sua volta, aumentare la concentrazione e la produttività.

Il segreto è una sola parola e una sola azione: meditazione. Ma non bisogna preoccuparsi, non è necessario comportarsi da spirituali o sacrificare ore del proprio tempo lavorativo prezioso per stare seduti a terra a gambe incrociate.

Il consiglio del dottor Jones è quello di fermarsi solo un momento e stoppare la frenesia.

I primi due esercizi

Il coach e terapeuta autorizzato Matthew Jones ha spiegato come i suoi consigli possano funzionare ottimamente sul luogo di lavoro. In pratica si tratta di 4 esercizi veloci e facili da integrare nella vita di ogni giorno.

Il primo è concentrarsi sulla propria respirazione. Questo è uno dei modi più semplici per meditare. Per prima cosa, bisogna sedersi comodamente e chiudere gli occhi. Quindi iniziare a far fluire il respiro in modo naturale e contare i respiri. Quando si arriva a dieci, si ricomincia da capo.

Il secondo esercizio è mangiare lentamente durante la pausa pranzo, senza divorarlo. Bisogna assaporare ogni boccone e prendersi il tempo per gustarsi l’odore, l’aspetto e il sapore del proprio cibo.

Gli ultimi due esercizi per ridurre lo stress

Avere meno stress sul lavoro e più concentrazione in soli 5 minuti non è qualcosa di impossibile.

Ecco la descrizione degli ultimi due.

Trovare qualche minuto per fare una passeggiata all’aria aperta. La normale pausa pranzo dovrebbe durare circa un’ora, quindi dopo aver gustato il proprio pasto, c’è il tempo necessario per fare una passeggiata.

Il dottore consiglia di dedicare un momento per prendere coscienza del proprio corpo stando in piedi. Prestando attenzione ai propri piedi, poi sulle caviglie, sulla parte inferiore delle gambe, sulle ginocchia, sulle cosce e man mano proseguendo verso l’alto.

Iniziando a camminare a passo lento e adattando il proprio respiro al ritmo dei passi. Secondo Jones questo attiva la calma e scioglie le tensioni di corpo e mente.

Il quarto e ultimo consiglio è concentrarsi su ciò che ci circonda.

Sia durante la passeggiata che quando si è tornati in ufficio, prendersi ancora qualche minuto per concentrarsi sull’ambiente circostante con gli occhi chiusi. Dove si sente tensione nel proprio corpo? Quali suoni si possono sentire? Bisogna cercare di percepire ogni piccola sensazione, senza reagire.

Lettura consigliata

Anche per i principianti ecco un semplice esercizio di meditazione da fare in casa per allontanare stress e ansia

Consigliati per te