L’onda lunga ribassista partita dopo il tentativo di OPA su Telecom è ancora in azione

telecom

Anche solo per scrivere la storia di Telecom dell’ultimo anno ci vorrebbe un libro intero. Molti, infatti, sono gli eventi che hanno interessato il colosso della telefonia italiana. Basti pensare all’offerta del fondo KKR su Telecom e di tutto quello che è successo nei mesi successivi.

L’effetto netto sul titolo, però, a parte l’entusiasmo iniziale, è stato quello di fare scattare un ribasso tuttora in corso. Quindi, l’onda lunga ribassista partita dopo il tentativo di OPA su Telecom è ancora in azione, ma potrebbe presto esaurire i suoi effetti.

Come si vede dal grafico, infatti, le quotazioni sono molto vicine ai minimi storici e da questi livelli si potrebbe assistere almeno ad un tentativo di rimbalzo.

Una forte indicazioni in senso rialzista si potrebbe avere con una chiusura settimanale superiore a 0,3 euro. In questo caso si potrebbe anche ipotizzare una ripresa del rialzo con obiettivo in area 0,43 euro. A seguire, poi, gli altri obiettivi indicati in figura, dalla linea tratteggiata rossa.

Qualora, invece, si dovesse andare sotto i minimi storici, allora la discesa potrebbe continuare almeno fino in area 0,2 euro.

La valutazione del titolo Telecom

Lo scenario su Telecom si potrebbe riassumere come segue. Un titolo dal presente sottovalutato, ma dal futuro molto incerto.

Qualunque sia il criterio, basato sui dati passati, utilizzato per la valutazione del titolo scopriamo che Telecom è fortemente sottovalutato. Al netto, poi, di interessi, tasse, svalutazioni e ammortamenti, i margini dell’azienda risultano particolarmente elevati. Inoltre, l’azienda appare poco valorizzata, se si considera il valore del suo attivo netto contabile. Infine, considerati i flussi di cassa generati dall’attività dell’azienda, la sua valorizzazione è sottostimata. Da questo punto di vista, quindi, ci sarebbero i margini per una crescita delle quotazioni.

Il vero problema è legato alla situazione finanziaria della società che non appare molto brillante e potrebbe avere un impatto sul suo futuro.

Secondo quanto riportato sulle riviste specializzate, per gli analisti che coprono Telecom Italia il giudizio medio è accumulare con un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione del 30% circa rispetto alle attuali quotazioni. Quello che colpisce, però, è la forte differenza tra lo scenario più ottimistico e quello più pessimistico. Nel primo caso le azioni Telecom Italia risultano essere sottovalutate del 114%, nel secondo, invece, la sopravvalutazione è del 42%.

L’onda lunga ribassista partita dopo il tentativo di OPA su Telecom è ancora in azione I possibili scenari secondo l’analisi grafica

Il titolo Telecom (MIL:TIT) ha chiuso la seduta del 7 luglio in rialzo dell’1,18% rispetto alla seduta precedente a quota 0,257 euro.

Time frame settimanale

telecom italia

 

Lettura consigliata

Piazza Affari è esplosa al rialzo ma adesso attenzione a cosa potrebbe succedere alla Borsa di Milano 

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te