Lo straordinario ortaggio dalle tante proprietà da piantare a settembre

Anche se l’autunno è arrivato, questo non vuol dire che dobbiamo dire addio all’orto. Abbiamo speso tanto tempo quest’estate per curare le nostre piante e ora ci spiace lasciarle morire tutte. Per questa ragione, è bene che cambiamo le nostre coltivazioni. Per fortuna, ci sono tanti deliziosi ortaggi da piantare in questo periodo, come, ad esempio, delle varietà tardive di carote.

Anche oggi vediamo qualcosa che possiamo piantare ora e che ci donerà grandi piaceri a tavola. Andiamo a scoprire lo straordinario ortaggio dalle tante proprietà da piantare a settembre.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera Slim

La pianta imperdibile

Consigliamo a tutti di piantare l’indivia in questo periodo. Infatti, questo ortaggio tollera temperature vicine agli zero gradi e cresce bene in terreni da 15 a 20 gradi. Ciò la rende ideale per la semina autunnale.

Il nome scientifico è “cichorium endivia” e questo modo di chiamarla può ricordare la cicoria. Tuttavia, si tratta di ortaggi diversi, pur essendo parenti. L’indivia è ottima per le proprietà che potrebbe avere sulla salute. Essa, innanzitutto, dovrebbe aiutare contro i problemi intestinali, perché contiene una grande quantità di fibre e di acqua. Allo stesso tempo, potrebbe stimolare la diuresi.

Contiene, inoltre, una buona quantità di vitamine, come la vitamina C. Essa è un importante antiossidante che permette di contrastare l’azione dei radicali liberi e quindi rallentare l’invecchiamento. Inoltre, ha un contenuto calorico molto basso, e allo stesso tempo dona un senso di sazietà consistente. Per queste ragioni potrebbe essere indicata per coloro che stanno seguendo diete dimagranti.

Lo straordinario ortaggio dalle tante proprietà da piantare a settembre

Per poter coltivare l’indivia bisogna effettuare un’operazione precisa, detta imbianchimento. Esso consiste nel legare le foglie della pianta, in modo che il loro interno non prenda il sole. Questa lavorazione è fondamentale, perché se l’interno delle foglie viene toccato dal sole, l’indivia diventa amara ed immangiabile.

Ricordiamoci poi di tenere le piante di indivia ben annaffiate e all’ombra a temperature inferiori a 25 gradi. Le sue possono essere tagliate secondo necessità, ma si dovrebbe raccogliere l’intera pianta quando si è pronti a mangiarla tutta. In genere, l’indivia è pronta per la raccolta se le foglie sono alte poco meno di 15 centimetri, entro tre mesi dal giorno della semina.

Una volta che avremo raccolto l’indivia, questa sarà perfetta in cucina, grazie alla sua croccantezza. È anche piuttosto amara, teniamone conto quando vogliamo farci un’insalata. Tra le ricette che consigliamo per godere appieno del gusto di questa pianta, troviamo l’indivia gratinata oppure saltata in padella.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te