Lo straordinario beneficio della musica classica che in pochi conoscono

La musica è uno dei piaceri della vita. Ognuno di noi ha gusti diversi e ascolta generi musicali o artisti differenti. Sicuramente ascoltare la musica che ci piace ha il grande potere di metterci di buon umore e rilassarci. E se oggi i generi più ascoltati sono pop, rock, rap e dance, non bisogna assolutamente dimenticarci della magnifica musica classica. Scopriamo lo straordinario beneficio della musica classica che in pochi conoscono e che funziona anche se non siamo degli appassionati del genere.

La musica classica aiuta la concentrazione

Ascoltare Mozart, Chopin e Beethoven ha moltissimi vantaggi: rilassa mente e corpo, diminuisce lo stress, aiuta contro l’insonnia. Inoltre la musica classica è un ottimo per favorire la concentrazione, stimolare la memoria e aumentare la produttività. Infatti i suoi ritmi calmi, distesi e costanti possono essere un vero toccasana sia durante lo studio sia durante il lavoro.

Attenzione però, perché i benefici della musica classica sulla concentrazione non funzionano sempre, ma sono limitati ad alcuni momenti specifici. Infatti la musica è perfetta quando si svolgono compiti di routine o quelli che coinvolgono il ragionamento verbale (per esempio quando leggiamo). Al contrario ascoltare musica distrae quando usiamo il ragionamento astratto (cioè per esempio quando ripetiamo la lezione o svolgiamo esercizi complicati).

Attenzione però a questi fattori

Lo straordinario beneficio della musica classica che in pochi conoscono. Oltre alle indicazioni su quando ascoltare la musica è importante sapere anche come farlo. Infatti un volume troppo alto potrebbe deconcentrarci, allo stesso modo uno troppo basso può risultare solo un ronzio fastidioso. La musica deve quindi essere un sottofondo musicale in grado di tenerci compagnia, migliorare l’umore e aiutare la concentrazione, ma non deve essere una distrazione.

Anche il nostro carattere può influire sui benefici della musica classica. Infatti esistono persone che per concentrarsi hanno bisogno di assoluto silenzio. In generale se siamo delle persone introverse possiamo avere difficoltà a usare la musica per concentrarsi, al contrario questa può aiutarci se abbiamo un carattere estroverso.

È doveroso specificare che questi benefici per la concentrazione si hanno anche con altri tipi di musica e non solo con quella classifica. Infatti possiamo ottenere lo stesso effetto con altri generi calmi e rilassati, dal ritmo costante. Possiamo ottenere lo stesso effetto anche ascoltando i suoni della natura (del mare, della foresta, ecc). L’importante è evitare i generi aggressivi e troppo ritmati, e soprattutto le canzoni con le parole (che possono distrarci). Allo stesso modo evitiamo le musiche che ci piacciono, perché una parte del nostro cervello sarà sempre concentrata a seguire queste canzoni.

Consigliati per te