L’INPS ha fatto sacrifici per 14,3 milioni di italiani

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

I cittadini spesso e volentieri mettono nel mirino l’INPS quando qualcosa non va per il verso giusto. E’ vero che la Pubblica Amministrazione il più delle volte ha mostrato i suoi limiti, ma bisogna essere anche obiettivi. Durante la pandemia, l’INPS ha fatto sacrifici per 14,3 milioni di italiani. L’Istituto di Previdenza, da inizio pandemia Covid-19, ha svolto un lavoro immane per sostenere la crisi di imprese e cittadini.

Cassa integrazione

L’INPS da marzo ha erogato circa 20 milioni di prestazioni di cassa integrazione. Di queste, 12 milioni in modo diretto e altre 8 a conguaglio, dopo anticipo delle aziende, coprendo 6,5 milioni di lavoratori.

OFFERTA SPECIALE - POCHI PEZZI DISPONIBILI
Magia di Stelle Premium: dai un tocco di magia alla tua casa

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

L’INPS in soccorso di tutti

Inoltre, l’Istituto di Previdenza ha elargito tanti altri soldi. Vediamo nello specifico, quante persone hanno ottenuto benefici. 4,1 milioni di autonomi, possessori di Partita IVA hanno incassato il bonus deciso dal Governo.

Misure come bonus e congedi alla famiglia sono andati a 1,15 milioni di persone. Senza dimenticare le 212mila persone destinatarie di bonus domestici. L’elenco continua con 600mila Rem ad altrettanti nuclei familiari. Infine, l’ente di previdenza ha sostenuto un incremento del 25% di accessi al reddito di cittadinanza.

Ad oggi, l’INPS, ha servito 14,3 milioni di cittadini con azioni di sostegno da emergenza Covid-19.

Le proteste non mancano

Gli uffici, in questi mesi difficili, sono oberati dal lavoro. Non mancano le proteste e gli insulti. Nonostante le carenze, l’INPS sta adottando ogni possibile azione per dare soluzione ad ogni singolo caso. In effetti, c’è chi reclama  di non aver ricevuto le prestazioni e si trova in oggettiva difficoltà. Va detto, però, che l’Ente di Previdenza non ha sempre colpa.

Prendiamo ad esempio la CIG. Gli uffici registrano documenti con IBAN sbagliati, codici fiscali errati, comunicazione difficili con alcune aziende rispetto al procedimento. L’Istituto di Previdenza sta mettendo in campo uno sforzo immane, senza soluzione di continuità. I dipendenti hanno una mole di lavoro senza precedenti e nonostante le difficoltà oggettive, l’INPS ha fatto sacrifici per 14,3 milioni di italiani.

Misure COVID-19 – quadro di sintesi (al 10/10/2020) – fonte: INPS

INDENNITÀ N. UNITÀ DI ANALISI
Bonus 600 euro (12 categorie) 5 387 (migliaia) Domande
Bonus 600 euro (12 categorie) 4 140 Beneficiari
Estensione del congedo parentale 319 Richiedenti
Bonus Baby-sitting 1 303 Domande
Bonus Baby-sitting 830 Richiedenti
Reddito di emergenza 600 nuclei familiari richiedenti
Bonus lavoratori domestici 275 Domande
Bonus lavoratori domestici 212 Beneficiari
RDC/PDC 1 424 Nuclei familiari pagati 2020
Estensione della legge 104 223 Beneficiari
CIG: ore autorizzate 3 058 (milioni) ore autorizzate
di cui:                                                         ORDINARIA 1 476 ore autorizzate
FONDI DI SOLIDARIETÁ 988 ore autorizzate
DEROGA 594 ore autorizzate
CIG: beneficiari a pagamento diretto 3 418 (migliaia) Beneficiari
di cui:                                                         ORDINARIA 942 Beneficiari
FONDI DI SOLIDARIETA’ 1 024 Beneficiari
DEROGA 1 453 Beneficiari
CIG: beneficiari a conguaglio 3 097 Beneficiari
CIG: indennità mensili a pagamento diretto 12 019 Indennità
CIG: indennità mensili a conguaglio 8 114 Indennità
TOTALE
Beneficiari 14.26 mln
Spesa stimata 26.19 mld

 

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te