Le 3 sorprendenti piante facili da coltivare in appartamento e che non hanno bisogno della luce diretta del sole

Amare il verde e la natura non vuol dire sempre avere un buon pollice verde per prendersi cura di fiori e piante. Per fortuna nel vastissimo mondo vegetale esistono anche delle specie che non richiedono una cura particolare e manutenzione nel tempo. Ecco allora quali sono le 3 sorprendenti piante facili da coltivare in appartamento e che non hanno bisogno della luce diretta del sole.

Un angolo di paradiso verde all’interno della propria abitazione

Un ampio balcone o un terrazzo da abbellire con varie composizioni floreali non è sempre disponibile per chi vive in città o in case molto piccole. Questo, tuttavia, non rappresenta un ostacolo alla creazione di un angolo di paradiso verde all’interno della propria abitazione.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Quali piante sono le migliori da tenere in appartamento, magari in una zona poco illuminata? Una prima precisazione riguarda proprio la luminosità di un ambiente. Non esistono piante che letteralmente non abbiano bisogno di luce solare. Questo perché ciascun vegetale necessita della luce per completare il processo di fotosintesi, necessario alla sua sopravvivenza. Tuttavia, esistono delle specie che vivono meglio all’ombra, in zone poco illuminate ma non completamente buie. È su queste che è utile puntare quando si posiziona la pianta in una stanza scarsamente illuminata della casa.

Le 3 sorprendenti piante facili da coltivare in appartamento e che non hanno bisogno della luce diretta del sole

Chi ama atmosfere sospese da Mille e una Notte, non potrà fare a meno di tenere in casa una bellissima pianta di Kentia. Questa pianta sempreverde è originaria del sud Pacifico e si adatta molto bene alla vita in appartamento. La Kentia vive bene in zone luminose ma non direttamente colpite dai raggi del sole che potrebbero danneggiare le foglie. L’ideale è un angolo della casa non esposto a correnti di aria e che mantenga una temperatura tra i 15° e 25°.

Questa pianta non richiede particolari manutenzioni. L’irrigazione può avvenire almeno una volta a settimana di modo che il terriccio del vaso conservi la giusta umidità. Una particolare cura la meritano le foglie che di tanto in tanto è bene umidificare e pulire. Nell’articolo “Nessuno butterà più i vecchi spazzolini dopo aver scoperto questo fantastico uso per curare le piante” abbiamo illustrato alcune tecniche per pulire le foglie.

Altra pianta facilissima da coltivare e straordinariamente efficace contro l’umidità è la Sanseveria. Non è un caso che si definisca anche nei termini di “purificatrice” in quanto in grado di ripulire l’aria nella stanza in cui è posizionata. Si tratta anche in questo caso di una pianta sempreverde con foglie lunghe e carnose. Come per la Kentia, anche la Sanseveria non gradisce i raggi diretti del sole ma ama gli ambienti luminosi.

Ultima pianta adatta all’appartamento e poco avvezza al contatto diretto con i raggi solari è l’Aspidistra. Questa meravigliosa pianta ornamentale ha bisogno di pochissima luce per crescere rigogliosa e si adatta bene in appartamento. Inoltre, vanta un’ampia longevità e una irrigazione diradata in inverno e autunno e più frequente durante la stagione calda. Ecco le 3 sorprendenti piante facili da coltivare in appartamento e che non hanno bisogno della luce diretta del sole. Con queste semplici soluzioni anche chi non ha il pollice verde potrà vantare uno spazio green in casa di tutto vanto.

Approfondimento

Con questa pianta in casa la tua salute migliorerà ogni giorno

Consigliati per te