La soluzione più conveniente per tenere i soldi al sicuro e a costo zero senza aprire un conto corrente in banca

Molti risparmiatori italiani depositano denaro in banca non perché siano convinti dell’effettiva convenienza e dei vantaggi di un conto corrente. Sempre più spesso accade che si apra un conto presso un istituto bancario per imitazione e per tradizione. Esiste infatti l’abitudine di sottoscrivere un contratto bancario per versare il denaro che si risparmia su un conto standard o su un conto deposito. Pur tuttavia si potrebbe anche rompere con la tradizione e valutare la soluzione più conveniente per tenere i soldi al sicuro e a costo zero senza aprire un conto corrente in banca.

Con il passare del tempo sfugge sempre più all’attenzione del risparmiatore quali spese deve sostenere ogni anno per custodire il denaro in banca. Se solo si avesse più consapevolezza di “Quanto costa tenere i soldi fermi sul conto corrente in banca?” si sceglierebbero alternative più vantaggiose. E la soluzione più conveniente è a portata di mano. Basterebbe prendere in esame la possibilità di custodire i risparmi presso Poste italiane e di trasferirli dalla banca ad conto BancoPosta.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

La soluzione più conveniente per tenere i soldi al sicuro e a costo zero senza aprire un conto corrente in banca

Chi ha bisogno di effettuare semplici operazioni di incasso e prelievo può davvero risparmiare sulle spese che invece un conto corrente bancario prevede. Quando si diventa titolari di un conto BancoPosta si abbattono i costi di gestione fino ad azzerarli completamente in molti casi. Per i giovani di meno 30 anni le spese di gestione ammontano a soli 2 euro mensili che si azzerano se si richiede la App BancoPosta. Se inoltre si autorizza l’accredito dello stipendio il canone mensile si riduce ad 1 solo euro, così come se si è titolari di Postepay Evolution.

E sono diverse le opzioni fra cui scegliere e le promozioni di cui approfittare anche per i risparmiatori più anziani che accreditano il rateo pensionistico. Il canone annuo è del tutto gratuito per i contribuenti che percepiscono la pensione entro un limite lordo di 18.000 euro su base annuale. Fra le novità più recenti e vantaggiose vi è sicuramente quella che consente di azzerare i costi di gestione per ben 6 mesi fino al 31 dicembre 2021. Si tratta di una promozione che raggiunge i titolari di BancoPosta che effettuano la cessione del credito di imposta a Poste italiane. Esiste pertanto ed è facilmente accessibile la soluzione più conveniente per tenere i soldi al sicuro e a costo zero senza aprire un conto corrente in banca.

Consigliati per te