Attenzione alla nuova ondata di false mail dell’Agenzia delle Entrate che rubano dati e sono pericolose

In arrivo mail dell’Agenzia delle Entrate con testo ben descritto, sembrano molto reali ma sono mail truffa che girano di nuovo sul web. Quindi, attenzione alla nuova ondata di false mail dell’Agenzia delle Entrate che rubano dati e sono pericolose. Ed è per questo che è facile cascarci e i truffatori hanno la meglio. Basta un semplice click per perdere tutto: dati e soldi.

Attenzione alla nuova ondata di false mail dell’Agenzia delle Entrate che rubano dati e sono pericolose

La mail truffa contiene un allegato e si tratta di un file in formato zip malevolo. La mail che gira sul web in questi giorni riguarda l’invio delle comunicazioni delle liquidazioni IVA.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Le comunicazioni sono inviate dal contribuente mensilmente o trimestralmente all’Agenzia delle Entrate.

L’Agenzia delle Entrate dopo la segnalazione di moltissimi contribuenti, ha comunicato che non invia in nessun caso questo tipo di comunicazioni. Inoltre, raccomanda che di qualsiasi cosa tratti il messaggio, di cestinarlo immediatamente e soprattutto non aprire nessun allegato.

Come accorgersi della truffa?

La comunicazione arrivata tramite mail ai cittadini riporta il logo dell’Agenzia delle Entrate e al primo impatto sembra reale. Ma leggendola con attenzione contiene una serie di imprecisioni.

Si intuisce che è stato utilizzato un traduttore per realizzare la mail, molte parole non hanno senso nel testo. La mail evidenziata dall’Agenzia delle Entrate riporta “mail figliata automaticamente” oppure “non reagire a questo indirizzo”.

Qualora fosse stata una mail autentica (ma ripetiamo ancora che non lo è), il testo corretto avrebbe dovuto essere: “mail inviata automaticamente” oppure “non rispondere a questo indirizzo”. Anche guardando queste cose si capisce istintivamente e immediatamente che l’Agenzia non può inviare un testo del genere. Inoltre la mail contiene anche altre inesattezze. Perciò meglio fare attenzione alla nuova ondata di false mail dell’Agenzia delle Entrate che rubano dati e sono pericolose.

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione del cittadino la possibilità di consultare sul sito istituzionale la sezione: focus sul phishing.

In questa sezione sono riportati periodicamente tutti gli avvisi delle ultime mail truffa in circolazione sul web.

Oppure, per avere un riscontro diretto è possibile contattare il call center al numero 800 90 96 96  e avere spiegazioni sulla mail pervenuta.

Consigliati per te