La Borsa di Milano potrebbe essere pronta ad una svolta rialzista grazie all’indicazione di questi segnali del Ftse Mib

Le ultime due sedute di Piazza Affari potrebbero rappresentare la chiave di svolta. Nonostante la chiusura in calo, la giornata di ieri ha fornito delle indicazioni incoraggianti per le prossime sedute. Scopriamo quali sono i segnali da osservare per capire se siamo in presenza di una nuova fase rialzista della Borsa di Milano.

La seduta di ieri può essere considerata positiva nonostante la chiusura negativa di Piazza Affari. Infatti l’indice maggiore della Borsa italiana ha aperto la giornata in forte ribasso ma nel pomeriggio ha recuperato terreno. Dopo una perdita iniziale di oltre l’1,8%, i prezzi alla fine della seduta hanno chiuso riducendo le perdite allo 0,6%. Senza il crollo dei titoli come Hera, Amplifon e Recordati forse l’indice di Piazza Affari avrebbe potuto chiudere in territorio positivo. Ieri una trimestrale che non è piaciuta al mercato ha affondato Hera che ha chiuso in calo del 7,2%. Anche Amplifon e Recordati sono andate malissimo. La prima azione ha perduto il 5,8% e il titolo farmaceutico è crollato del 5%.

La Borsa di Milano potrebbe essere pronta ad una svolta rialzista grazie all’indicazione di questi segnali del Ftse Mib

Anche se ieri l’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) non è riuscito a superare il massimo della seduta precedente, tuttavia ha chiuso sopra i 23.500 punti. I prezzi sono rimasti all’interno del canale ribassista che ingabbia l’indice dal 29 marzo. Questo è un altro segnale positivo.

Un’altra indicazione incoraggiante arriva dal prezzo minimo segnato nella seduta di ieri. Nell’ultima seduta di Borsa il Ftse Mib ha toccato un minimo a 23.218 punti e questo valore è superiore a quello della seduta precedente. Nelle ultime quattro sedute i minimi della giornata sono stati tutti superiori a quelli precedenti. Questo dato potrebbe essere una indicazione di una possibile svolta rialzista in preparazione nel breve periodo.

Oggi è l’ultima seduta della settimana e in genere gli operatori al venerdì preferiscono non acquistare. Questa scelta permette di evitare di rimanere con le posizioni aperte durante il fine settimana e quindi in balia di possibili imprevedibili crolli. Questa prudenza è ancora maggiore quando l’incertezza regna sui mercati come nel momento attuale.
Se oggi i prezzi dell’indice maggiore del nostro listino riusciranno a superare i 23.800 punti, potrebbero salire fino a quota 24.000 punti. A questo livello sta passando il bordo superiore del canale ribassista sopraindicato.

Tuttavia oggi la Borsa di Milano potrebbe anche prendere la via del ribasso. In caso di un’eventuale discesa dei prezzi, i livelli da tenere in considerazione sono 23.200 punti e 23.000 punti. Una discesa dei prezzi sotto il minimo di ieri potrebbe rappresentare un allarme contenuto se la discesa si fermasse sopra i 23.000 punti. Una eventuale discesa sotto 23.000 punti potrebbe riportare i prezzi in area 22.800 punti. Questa è un’area di minimo degli ultimi due mesi.

Approfondimento
Il punto sui mercati

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te