ISEE 2024 da rifare, niente più libretti e buoni fruttiferi nel calcolo

ISEE 2024 da rifare-Foto da pixabay.com

Novità in arrivo sugli ISEE. Pare infatti che cambierà ciò che occorrerà obbligatoriamente inserire nella DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) utile all’ISEE. E parliamo di patrimonio mobiliare, ovvero di conti correnti, libretti di risparmio, buoni fruttiferi e qualsiasi altra dotazione bancaria di tutti i componenti del nucleo familiare del richiedente. Oggi di cosa parliamo? C’è l’ISEE 2024 da rifare. Andiamo acapire il perchè.

Si tratta di voci che incidono e non poco sugli ISEE. E spesso incidono anche sul diritto ad una prestazione assistenziale, agevolata, un bonus o un sussidio. lo sanno bene quanti si sono imbattuti su questi paletti con il Reddito di cittadinanza fino all’anno scorso, e che si imbattono sulle stesse cose per quanto concerne l’Assegno di Inclusione.

ISEE 2024 da rifare, niente più libretti e buoni fruttiferi nel calcolo

Saranno esclusi dal calcolo i buoni fruttiferi postali e libretti di risparmio. Detta così, una grande notizia per milioni di famiglie che per esempio non possono prendere l’Assegno di Inclusione per via del limite al patrimonio mobiliare. Un limite per esempio, stabilito in massimo 6.000 euro per il singolo, accresciuto di 2.000 euro per ogni componente il nucleo familiare successivo al primo, fino a un massimo di 10.000 euro e con altre maggiorazioni legate ad invelidità e altri cavilli. La novità sugli ISEE, niente più libretti e buoni fruttiferi diventa argomento di interesse generale come pochi altri prima per tutte queste ragioni.

Il Ministro Giorgetti ha anticipato alcune novità

Il canonico Decreto attuativo che serve per ogni singolo provvedimento introdotto dalla Legge di Bilancio sta per essere ultimato. E così se passeranno queste novità, molti saranno quelli che dovranno rifare l’ISEE.

Nello specifico fuori dal calcolo dell’ISEE i titoli di Stato fino alla soglia di 50.000 euro. Ed in attesa che tutto venga confermato, pare che anche i buoni fruttiferi e libretti di risparmio postale saranno esclusi. L’8 febbraio scorso nel classico question time in Parlamento,  il Ministro Giancarlo Giorgetti ha anticipato alcune novità. E tra queste proprio il nuovo calcolo dell’ISEE. A questo saranno chiamati quanti per ovvie ragioni di tempo, sono stati costretti a presentare la DSU a gennaio ed hanno ottenuto un ISEE alla vecchia maniera. Quindi, in attesa dell’ufficialità che solo la pubblicazione del Decreto farà scattare, oltre ai titolo di Stato, anche i buoni fruttiferi postali, i libretti di risparmio postale e qualsiasi altro prodotto su cui c’è la garanzia di rimborso dello Stato potrebbero essere esclusi dal calcolo dell’ISEE.

Consigliati per te

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sui commenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Commenta ora l'articolox