In caso di glicemia alta o intolleranza all’istamina queste sono alcune idee su cosa mangiare a colazione

Alimentarci è un fattore essenziale per la nostra sopravvivenza. Lo è anche proteggerci dal troppo caldo e dal freddo. Il nostro corpo avrebbe una specie di sistema di termoregolazione che si baserebbe su tanti fattori. Il nostro abbigliamento o gli elettrodomestici potrebbero darci una mano, ma soprattutto il cibo e ciò che beviamo potrebbero influire in modo positivo. Ciò che quindi mangiamo avrebbe un certo ruolo per il nostro benessere generale.

Bisogna sapere che però, per disfunzioni interne o eccessi, certi elementi potrebbero non essere nella norma. Quando ci sottoponiamo alle analisi del sangue, infatti, può capitare di avere dei valori alti, ad esempio iperglicemia. I livelli elevati di zucchero nel sangue porteranno il nostro medico a consigliarci probabilmente una dieta appropriata e dell’esercizio fisico. In questo modo si potrebbe tornare a livelli ottimali. In caso ci siano dei particolari fattori scatenanti, agirà di conseguenza con le cure opportune.

Attenzione al primo pasto della giornata

In linea generale, in caso di eccessi o anche per prevenire un aumento dei normali livelli di glicemia, sarebbe opportuno mantenere il peso forma e fare una dieta equilibrata. Per quanto riguarda in particolare la colazione, si dovrebbero evitare o limitare cibi troppo calorici, zuccheri semplici e bevande con zuccheri aggiunti. Da preferire, quindi, spremute, frutta fresca, latte parzialmente scremato, cereali integrali. Lo zucchero semplice si potrebbe sostituire con la stevia.

La colazione è un momento fondamentale per tutti. Le limitazioni, però, potrebbero averle non solo le persone iperglicemiche ma anche altre.

In caso di glicemia alta o intolleranza all’istamina queste sono alcune idee su cosa mangiare a colazione

Ci sono individui che soffrono di alcune allergie o intolleranze alimentari. Ad esempio, l’intolleranza al lattosio è detta enzimatica poiché mancherebbe all’individuo un enzima utile a digerire quel tipo di zucchero. Tra le altre ci sarebbe l’intolleranza all’istamina, un componente che si potrebbe trovare nel pesce, nel cacao, in cibi in cui sono presenti conservanti, coloranti, aromi di vario tipo e anche in alimenti fermentati. In questo caso, la colazione potrebbe includere frutta fresca, tè verde, succhi e frullati preparati in casa, bevanda di riso, ricotta fresca, yogurt e altri. Attenzione a biscotti e dolci, meglio quelli preparati senza glutine, senza cacao e senza lievito. Sarebbe preferibile, quindi, farli in casa.

In caso di glicemia alta o intolleranza all’istamina meglio chiedere sempre un consiglio al proprio specialista e a un nutrizionista per seguire la dieta più adatta.

Lettura consigliata

Meglio evitare caffè e cioccolata o la frittura preferendo altri cibi se si soffre di questa patologia

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te