In Borsa gli occhi saranno puntati sulle due più importanti notizie della settimana che potrebbero creare movimenti tellurici dei prezzi

Dopo due giorni di relativa calma, oggi per le Borse potrebbe essere una giornata movimentata, in positivo o negativo. Molto dipenderà da come i mercati prenderanno le due più importanti notizie della settimana. Infatti, oggi saranno diffusi i dati sull’inflazione di maggio negli Stati Uniti e il dato sulle nuove richieste dei sussidi di disoccupazione. Gli operatori si attendono un’inflazione in rialzo su base annua, ma in calo su base mensile. Inoltre si attendono un calo delle domande di sussidi.

Perciò oggi in Borsa gli occhi saranno puntati sulle due più importanti notizie della settimana che potrebbero creare movimenti tellurici dei prezzi. Il mercato si aspetta un rialzo dell’inflazione ma non eccessivo e un calo delle richieste di sussidi disoccupazione non troppo marcato. Il terrore latente in Borsa da qualche tempo è che la ripresa economica in USA sia troppo forte. Questo porterebbe la Federal Reserve a rivedere la sua politica monetaria accomodante e favorirebbe una strategia di rialzo dei prezzi per contenere l’inflazione.

In Borsa gli occhi saranno puntati sulle due più importanti notizie della settimana che potrebbero creare movimenti tellurici dei prezzi

Questo è un problema che non riguarda l’Europa e le Piazze del Vecchio Continente, o almeno non direttamente. In realtà le reazioni di Wall Street hanno sempre delle ricadute sui mercati azionari europei. Oggi anche le Borse europee hanno il loro dato importante. Infatti si riunirà la Banca Centrale Europea per decidere sul livello dei tassi. Possiamo già dare per scontato che la strategia della BCE non cambierà e il livello dei tassi d’interesse rimarrà immutato. Ciò nonostante l’appuntamento rimane comunque importante, soprattutto per quanto potrà dire il presidente, Christine Lagarde, nella conferenza stampa che seguirà la comunicazione della decisione.

Le notizie dagli USA influenzeranno anche l’andamento dei prezzi di Piazza Affari. Occorre fare molta attenzione perché il Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB)  ieri ha chiuso a ridosso del supporto di 25.700 punti. Ieri i prezzi per ben tre volte hanno tentato la violazione al ribasso e per tre volte sono stati respinti. La sua tenuta è importante, ma se i prezzi scendessero sotto 25.700 punti caleranno fino a 25.500 punti. Questa discesa condizionerebbe anche la seduta di venerdì.

Al rialzo, il superamento dei 25.800 punti porterà i prezzi a 25.900 punti e successivamente verso la soglia psicologica dei 26.000 punti. Una chiusura sopra questo livello sarà un importante risultato.

Approfondimento

Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te