Il segreto per rimuovere il giallo dalle lenzuola e dalla biancheria da corredo

Capita di riporre lenzuola o tovaglie, anche pregiate, nelle proprie cassettiere ed estrarle, dopo tempo, con qualche alone giallo indesiderato sopra. Si tratta di un problema comune che riguarda anche la biancheria da corredo, che si conserva per anni prima di un concreto utilizzo. Se ciò accade, non bisogna disperare. Una soluzione esiste ed ecco spiegato il segreto per rimuovere il giallo dalle lenzuola e dalla biancheria da corredo.

Perché compaiono le macchie gialle sul corredo

Prima di vedere perché il corredo può presentarsi con fastidiose macchie gialle, bisogna capire perché questo accade. I motivi sono essenzialmente due: o dopo il lavaggio la biancheria è stata stesa a diretto contatto con i raggi solari o il tessuto non è stato fatto arieggiare. Il primo problema è molto comune e, anche dopo aver descritto il rimedio per eliminare le macchie gialle, andrà comunque seguito. Seppur asciugare la biancheria al sole è un metodo molto veloce, esso tende a macchiare maggiormente i capi.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Il secondo motivo è che spesso il corredo viene conservato per anni e anni in cassettiere chiuse. Questo, non solo non permette al tessuto di respirare, ma favorisce anche la creazione di umidità, che lascia i suoi segni sulle lenzuola bianche immacolate.

Come rimuovere il giallo dalla biancheria

Il segreto per rimuovere il giallo dalle lenzuola e dalla biancheria da corredo? Si starà certamente pensando alla candeggina. Niente di più sbagliato! Essa danneggia il tessuto e può anche ingigantire la macchia. Il segreto per rimuovere il giallo dalle lenzuola e dalla biancheria da corredo è, invece, quello d’immergere il capo in una bacinella. La stessa dovrà contenere acqua calda, sale e limone. Il limone può essere sostituito anche dal bicarbonato e il sale può essere quello grosso (due cucchiai per ogni litro d’acqua).

L’acqua calda avrà un potente effetto, ma se la macchia è una macchia ostinata, la nonna suggerisce un altro rimedio. Si potrà sempre bollire il tutto su un fornello, posto che si tratti di capi di dimensioni ridotte. Meglio lasciare il tutto in ammollo per un intero giorno o una notte. Se lo si desidera, si può aggiungere anche un poco di aceto. I tessuti, il giorno dopo, potranno essere portati a lavaggio a 40 o 50 gradi e si può aggiungere anche del limone durante il lavaggio. Non stendere mai al sole, lasciare spesso arieggiare e conservare al riparo dalla luce e dall’umidità. Basta semplicemente porre il tutto fra tessuti o materiali scuri che filtreranno la luce.

Consigliati per te