Il rimedio a cui nessuno pensa per rimuovere le piante infestanti da prato e giardino

Marzo è mese di semina e risemina del prato, come la Redazione spiega in questo articolo. Il corretto svolgimento di queste operazioni dovrebbe comportare la mancanza d’infestanti ed erbacce a inquinare un bellissimo prato erboso. Ma, se questo accadesse, ecco una serie di soluzioni e il rimedio a cui nessuno pensa per rimuovere le piante infestanti da prato e giardino.

Estirpare manualmente

La soluzione più semplice per la rimozione delle infestanti dal prato consiste nell’estirpare manualmente queste erbacce indesiderate. Davanti alla crescita d’infestanti nel giardino, tutti corrono immediatamente ad acquistare soluzioni appositamente studiate per la rimozione.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

In realtà la rimozione manuale è il rimedio a cui nessuno pensa per rimuovere le piante infestanti da prato e giardino, ma il più efficace. Le ragioni sono tantissime e una rimozione manuale richiede solo 15 o 20 minuti al giorno.

In primo luogo, estirpando manualmente queste erbe, è possibile rimuoverne la radice e impedire che crescano nuovamente.

Inoltre, non meno importante, questo metodo consente di non danneggiare il prato circostante. Basterà farlo non appena spunteranno le prime piccole infestanti, cercando di eliminare poco terreno intorno ed estirpare la pianta con tutta la radice.

Altri metodi validi

Ma ecco una carrellata di metodi altrettanto utili. Un primo rimedio consiste nel non tagliare eccessivamente l’erbetta, in modo da consentire una crescita anche fogliare del prato. Così facendo, l’erba diventerà fitta e non lascerà troppo spazio alle infestanti per crescere. Si tratta della stessa funzione che svolge la risemina, che serve a riempire i buchi incolti di erba e a non favorire le erbacce.

La giusta concimazione

Anche concimare correttamente il terreno arresta la crescita delle infestanti. Bisognerà non abbondare con concimi eccessivamente ricchi di azoto in estate o troppo pieni di fosforo durante i mesi freddi.

Curare correttamente il prato

Bisogna evitare che il prato non goda di ottima salute. Seminare un prato erboso richiede davvero tanta cura e il risultato della noncuranza è un prato malandato. Questo è l’habitat perfetto per le infestanti, che trovano modo di crescere rigogliose.

Quando il prato attraversa momenti importanti di calo, consigliamo di chiedere consiglio al proprio negozio di agricola o vivaio di fiducia. Questi potrebbero consigliare l’utilizzo di un bio-stimolatore per la ripresa del prato.

Consigliati per te