Il certificato medico per invalidità è gratuito o si paga?

Il certificato emesso dal medico di base per l’invalidità, l’indennità di accompagnamento e Legge 104, è indispensabile per presentare l’istanza. Molti i Lettori che ci hanno posto la seguente domanda: il certificato medico per invalidità, è gratuito o si paga? In effetti, ci sono alcuni certificati che il medico di base rilascia gratuitamente e altri che bisogna pagare. Analizziamo quali sono.

Il certificato medico per invalidità è gratuito o si paga?

Il dubbio nasce per i medici convenzionati con il Sistema Sanitario Nazionale (medici di famiglia). Invece, i medici dipendenti pubblici non hanno il problema dei certificati a pagamento.

In linea generale il certificato ha un costo perché rientra nella prestazione medica in generale. Alcuni certificati rilasciati dai medici di base sono gratuiti, mentre altri, prevedono il pagamento. Questo ultimo caso si verifica quando si tratta di una prestazione medica con raccolta di dati che identifica l’anamnesi del paziente.

Tre categorie di certificati

I certificati medici si dividono in tre categorie: gratuiti, a pagamento senza IVA, a pagamento con IVA.

Ad esempio, sono gratuiti i seguenti certificati medici:

  • riammissione a scuola;
  • attività sportiva non agonistica;
  • denunce per nascita, malattie infettive, morte, AIDS, ecc.);
  • incapacità temporale dell’attività lavorativa.

Il medico per tutti gli altri certificati può chiedere un compenso, in quanto la prestazione non è a carico del SSN, ma a carico del contribuente.

I certificati a pagamento esenti dall’IVA

Sono a pagamento, ad esempio, i certificati medici per:

  • medicina del lavoro;
  • infortunio ai fini dell’INAIL;
  • buona salute;
  • porto d’armi;
  • patente di guida;
  • esonero educazione fisica;
  • per invio di minori in comunità o colonie;
  • ammissione di persone anziane nelle case di riposo;
  • attestazione dell’avvenuta vaccinazione;
  • idoneità a viaggiare;
  • invio per motivi di salute in soggiorni montani o marittimi.

I certificati medici a pagamento con l’applicazione dell’IVA al 22%

Ci sono alcuni certificati che sono a pagamento e richiedono l’applicazione dell’IVA. Rientrano ad esempio in questa fattispecie i certificati per:

  •  invalidità civile;
  •  riconoscimento della causa di servizio;
  • infortunio sul lavoro ai fini privati;
  • ai fini assicurativi;
  • idoneità a svolgere l’attività lavorativa;
  • inabilità a riscuotere la prestazione pensionistica;
  • impossibilità a presentarsi in tribunale.

I certificati per invalidità, indennità di accompagnamento e Legge 104, rientrano tra quelli a pagamento con l’applicazione dell’IVA.

Consigliati per te