Il bucato non profumerà mai davvero se non seguiamo questi passaggi per far tornare la lavatrice come nuova ed eliminare muffe e batteri

La nostra lavatrice fa una vita molto dura. Essere sempre a contatto con l’acqua e lo sporco fa accumulare il calcare e altri residui. Questi si annidano in ogni tubo e giuntura del nostro elettrodomestico. In molti casi, questo è il motivo per cui non riusciamo a far profumare i vestiti che mettiamo a lavare. Infatti, il bucato non profumerà mai davvero se non seguiamo questi passaggi per far tornare la lavatrice come nuova ed eliminare muffe e batteri. Vediamoli uno per uno.

Di cosa avremo bisogno

Per pulire a fondo la nostra lavatrice non avremmo bisogno di attrezzi particolari. Saranno sufficienti una spugna, uno spazzolino e una bacinella. I prodotti più adatti da utilizzare poi sono un semplice sgrassatore e dell’acido citrico o del bicarbonato. Probabilmente sono tutti strumenti che abbiamo già in casa, quindi possiamo cominciare subito.

Pulire l’oblò

La prima cosa da fare è pulire l’oblò. Infatti, la condensa che si crea dopo i lavaggi si accumula proprio qui, creando muffa. Utilizziamo una spugnetta e lo sgrassatore per pulire la parte in vetro e uno spazzolino per pulire la cerniera di chiusura e gli infissi.

Pulire la guarnizione

Qui e dove si annida la maggior parte di muffe e batteri. Spostando la guarnizione in plastica potremmo trovare sorprese disgustose. Ristagni d’acqua o gomitoli di capelli. Anche l’odore potrebbe non essere dei più piacevoli. Quindi armiamoci di sgrassatore e spazzolino e cominciamo a strofinare energicamente. Risciacquiamo tutto con dell’acqua.

Pulire il filtro e vaschetta

Lo spazzolino ci torna utile anche per pulire il filtro della lavatrice. Questa parte viene spesso ignorata, ma è essenziale per il buon funzionamento della lavatrice. Strofiniamo con cura insieme allo sgrassatore e risciacquiamo.

Facciamo la stessa operazione per pulire ogni angolo della vaschetta. Facciamo attenzione perché non sempre può essere estratta completamente. Risciacquiamo tutto facendo scorrere l’acqua con la partenza di un ciclo.

Per finire, puliamo cestello e tubature

La parte più laboriosa è finita. Infatti, adesso ci basta versare 100 grammi di acido citrico o bicarbonato nel cestello della lavatrice. Facciamo partire un ciclo a vuoto a 90 gradi e, voilà, avremmo rimosso batteri, muffe e calcare da cestello e tubature.

Adesso sappiamo che il bucato non profumerà mai davvero se non seguiamo questi passaggi per far tornare la lavatrice come nuova ed eliminare muffe e batteri. Ripetiamo il lavaggio a qualche mese di distanza e la nostra lavatrice durerà anni funzionando perfettamente

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te