I vantaggi del 730 congiunto sulla tassazione

Quando si presenta il momento di compilare la dichiarazione dei redditi, a volte può essere vantaggioso che marito e moglie optino per il modello congiunto. L’opportunità si offre anche alle unioni civili e richiede che si rispettino alcuni requisiti di reddito. Ad ogni modo, i vantaggi del 730 congiunto sulla tassazione possono talvolta profilarsi nei termini di risparmio economico e di tempo. Cerchiamo di capire meglio in quali casi sia preferibile orientarsi verso una dichiarazione dei redditi congiunta.

Come funziona il modello 730 congiunto

Come molti sapranno, il modello 730 è il documento che raccoglie tutte le informazioni sui redditi e le spese accumulati durante l’anno da un contribuente. La dichiarazione dei redditi congiunta è, invece, la raccolta dei dati riferita ai due coniugi all’interno di un unico modello 730. Perché talvolta questa alternativa diventa vantaggiosa rispetto alla scelta individuale? Secondo quanto regolamentato dalla legge Cirinnà, L. 76/2016, il diritto del 730 congiunto è applicabile ai seguenti tipi di unioni: marito e moglie e unioni civili. Quando si sceglie la dichiarazione congiunta, i redditi dei due contribuenti non si sommano tra loro con una conseguente maggiore tassazione Irpef. Al contrario, essi rimangono distinti e le imposte si calcolano su ciascun reddito prodotto. Ma quali sono i vantaggi del 730 congiunto sulla tassazione?

Quando conviene la dichiarazione congiunta

La dichiarazione congiunta conviene quando uno dei due coniugi non possiede un sostituto d’imposta cioè, ad esempio, un datore di lavoro. In questo modo, il coniuge potrebbe recuperare un eventuale rimborso sulla imposte a credito se nel corso del precedente anno ha sostenuto varie spese detraibili. Presentando il 730 congiunto, otterrebbe il rimborso che spetterebbe nello stipendio del coniuge o nella pensione.

In quali casi si può o non si può applicare

La dichiarazione congiunta si può applicare sia che i due coniugi siano in separazione dei beni, sia che abbiano residenza in differenti Comuni. Nel caso, invece, in cui si verifichi il decesso del coniuge prima della data di presentazione della dichiarazione, allora non è possibile avvalersi del modello congiunto. Allo stesso modo, non si può presentare il modello congiunto quando una delle due persone sia incapace o minore.

Consigliati per te