Gli stratagemmi per apprendere velocemente e prepararsi in modo eccellente e puntuale ad un esame universitario

Imparare in modo efficace e veloce non è solo una questione di talento, ma anche di giusti metodi di apprendimento, che può essere facilitato anche integrando la propria dieta con alcuni particolari alimenti.

L’apprendimento è importante in molti ambiti della vita: quando ci si prepara per un esame universitario, per un corso di formazione o quando si deve imparare un nuovo lavoro.

È un bisogno naturale dell’uomo acquisire nuove conoscenze ed esperienze, ed è questo che ha permesso che ci evolvessimo.

L’eccitazione di voler imparare qualcosa di nuovo si trasforma spesso in un dovere a scuola, all’università o a lavoro.

Essere sopraffatti da innumerevoli quantità di informazioni, però, non aiuta l’apprendimento, perché mancano le istruzioni su come elaborare e archiviare le conoscenze in modo significativo e produttivo. Questo è un modo malsano e inefficiente di trasferire le informazioni.

Per apprendere davvero e poi mettere in pratica in modo efficiente, bisogna utilizzare dei metodi ben precisi. Scendiamo nei dettagli.

Gli stratagemmi per apprendere velocemente e prepararsi in modo eccellente e puntuale ad un esame universitario

L’apprendimento consiste nell’elaborare correttamente le nuove informazioni, memorizzarle ed essere in grado di recuperarle durante l’esame. A seconda dell’area disciplinare, cambia il metodo per imparare.

Durante l’apprendimento bisogna utilizzare diversi canali sensoriali. Ciò significa che non solo bisogna leggere il materiale, ma bisogna lavorarci anche attivamente, ad esempio visivamente o acusticamente.

Uno dei più importanti metodi di apprendimento per superare un esame universitario è utilizzare le mappe mentali attraverso questo procedimento:

  • sottolineare le affermazioni più importanti sul testo di studio;
  • inserire i concetti sottolineati e rilevanti in una mappa mentale;
  • utilizzare colori diversi a seconda dei concetti;
  • ripetere a voce alta i concetti a parole proprie.

Questo metodo di apprendimento è il migliore per preparare un esame universitario e ha due vantaggi: grazie alla mappa interiorizziamo delle informazioni sconosciute e grazie alla ripetizione a voce alta, il nostro cervello elabora le informazioni in un’altra area e le salva due volte.

Il secondo modo per prepararsi ad un esame è scrivere un programma

Bisogna organizzarsi e preparare un piano di studio. Il segreto è pianificare il tempo per elaborare, riassumere e rivedere il materiale di apprendimento. È necessario essere onesti con se stessi e se gli esami sono più difficili bisognerà prendersi più tempo.

Tra gli stratagemmi per apprendere velocemente c’è la scelta dell’ora del giorno che fa per noi in cui studiare. Quando riusciamo a concentrarci meglio? Al mattino, al pomeriggio, di notte? Non ha senso fissare lo studio alle 10:00 se invece diventiamo produttivi dalle 18:00 in poi. Per questo bisogna essere realisti con se stessi.

L’ultimo stratagemma utile riguarda le pause

Per studiare in modo efficace, le pause devono diventare parte integrante della routine di studio. Ad esempio in un’ora si potrebbe studiare per 45 minuti e fare una pausa di 15 minuti. Man mano che si va avanti con l’apprendimento, il tempo di studio può aumentare.

Le pause sono indispensabili per il proprio cervello affinché elabori ciò che ha imparato.

Oltre a queste mini pause, dovrebbero esserci delle pause più lunghe, per mangiare, fare una passeggiata o fare un pisolino di massimo mezz’ora.  Tutto ciò allevia lo stress e ricarica le energie.

Gli ultimi tre consigli per apprendere efficacemente sono:

  • stabilire le priorità;
  • non farsi distrarre;
  • non soffermarsi sulle piccole cose;
  • e ripetere, ripetere, ripetere.

Ricordiamo che la ripetizione è la madre della memoria.

Lettura consigliata

Se non si ha voglia di andare all’Università, ecco 10 lavori ben retribuiti, senza bisogno di laurea

Consigliati per te