Gli  ortaggi che rendono il raccolto produttivo e riempiono il cuore

Chi non ha mai coltivato si chiede come si fa e soprattutto quali devono essere le condizioni ideale per ottenere il miglior risultato. Ebbene, scopriamo gli  ortaggi che rendono il raccolto produttivo e riempiono il cuore. Bisogna premettere, prima di continuare a leggere l’articolo, che devono esserci delle particolari condizioni per ottenere il top.

Gli aspetti da tenere in considerazione

Prima di tutto bisogna considerare vari aspetti: dal tipo di terreno, all’esposizione, comprese le caratteristiche climatiche della zona. Non è detto, dunque, che coltivare gli ortaggi in qualunque luogo d’Italia generi gli stessi risultati. Perciò, spesso anche nei forum specializzati, si legge di molte persone deluse e che non vogliono più ripetere l’esperienza contadina. Purtroppo non è dovuto a fortuna o meno, ma solo perché in quella zona dove si  deciso di creare il proprio orto non ci sono le caratteristiche ideali. Capiterebbe a chiunque, anche a chi segue pedissequamente tutte le istruzioni per coltivare l’orto.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

La produzione in base ai metri quadrati

Ora, però, concentriamo il nostro interesse su quanto può essere produttivo un orto di 10 metri quadrati. Ebbene, prenderemo a campione vari ortaggi in modo da scoprire quale rende di più e logicamente gratifica. Questa piccola comparazione, aiuta il nostro Lettore, a scegliere tra le diverse varietà di ortaggi, per vedere quale sarebbe il più produttivo.

Logicamente l’elenco è lungo perché ognuno di noi ha particolari preferenze. In questo articolo, citiamo solo quelli di più comune uso e che non mancano mai in casa. Partiamo dall’aglio che viene usato non solo per cucinare ma anche in generale in casa per sopperire in modo naturale ad altre funzioni.

Ebbene per ogni metro quadrato riusciamo ad ottenere circa 1 chilogrammo di prodotto. Lo stesso dicasi per gli asparagi, il basilico, i carciofi, fagioli, piselli, rape. Discorso ben diverso per altri tipi di ortaggi.

In 10 metri quadrati di terreno coltivato a cavolo cappuccio viene fuori in media una produzione di 40 chilogrammi. Lo stesso dicasi per la coltivazione di barbabietola, cavolo, cetriolo, zucchine, lattuga, finocchi, melanzane, pomodori.

Scopriamo non solo gli ortaggi che rendono il raccolto produttivo e riempiono il cuore

Invece, chi vuole avere frutta di stagione può ottenere risultati altamente produttivi. Perciò chi ha intenzione di far crescere fragole nel proprio orto deve sapere che può ottenere 25 chilogrammi per ogni 10 metri quadrati di seminato. Leggermente maggiore potrebbe essere il raccolto di meloni, mentre per l’anguria si ottiene una produzione di 130 chilogrammi ogni 10 metri quadrati.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te