Fin dove si potrebbe spingere un ritracciamento nelle prossime settimane o durante il 2024?

Previsioni su eventuali ribassi delle prossime settimane-Foto da pexels.com

I mercati azionari, dopo la forte performance del primo trimestre sono ora arrivati a un tuning point importante. Le probabilità dettate dai nostri algoritmi vedono un’elevata probabilità che nel secondo trimestre si possa assistere a una fase quantomeno laterale ribassista. Difficlmente verrà replicato il rialzo degli ultimi mesi. Stiamo entrando poi in una fase, quella fra aprile e maggio, dove la ciclità è al ribasso. Cosa accadrà da ora in poi? Sui mercati può accadere sempre di tutto e non va dato mai nulla per scontato ma i livelli di prezzo raggiunti, l’ipercomprato accumulato e le divergenze che si incominciano ad affollare sui nostri oscillatori proprietari ci fanno alzare il livello di guardia.

Ieri poi si è aggiunto l’impennata del Vix (anche +8% intraday) che sembrerebbe uscito dalla fase laterale in cui è rimasto confinato per molti mesi.  Ci sono però alcuni elementi che ci continuano a far essere ottimisti per i prossimi mesi e sono la divaricazione delle medie dell’Alligator indicator. Difficilmente la tendenza annuale invertirà al ribasso, e quindi un eventuale ritracciamento andrebbe visto come un’occasione di ingresso non solo di breve ma anche di medio lungo termine. Fin dove si potrebbe spingere un ritracciamento nelle prossime settimane o durante il 2024?

Il rialzo è solo all’inizio

Il 2024 dovrebbe essere un anno dal rendimento positivo, e questo è anche proiettato dal barometro di gennaio con probabilità del 94%. Inoltre, il peggio dovrebbe essere stato lasciato alle spalle. Infatti, le nostre previsioni decennali danno indicazioni rialziste per diversi anni.

Frattale decennale

Frattale decennale-copyright di Proiezionidiborsasrl

Fin dove si potrebbe ritracciare (se e quando ci sarà un movimento correttivo?)? Siamo sempre nel campo delle ipotesi, ma per regolarci possiamo dare uno sguardo alle medie dell’Alligator indicator su base settimanale e mensile.

Fin dove si potrebbe spingere un ritracciamento nelle prossime settimane o durante il 2024?

Queste sono saldamente impostate al rialzo e danno chiare indicazioni rialziste per i prossimi mesi. Se ci sarà un ritracciamento questo non dovrebbe andare sotto i seguenti livelli (essi sono rappresentati dalle labbra e dai denti e dalla mascella su base settimanale dell’Alligator indicator):

Dax Future

18.052/17.728, mentre la mascella passa in area 17.000 punti, il prezzio attuale è in area 18.776;

Eurostoxx Future

4.859/4.752 mentre la mascella passa in area 17.000 punti, il prezzio attuale è in area 5.000;

Ftse Mib Future

32.597/31.775, mentre la mascella passa in area 30.000 punti; il prezzio attuale è in area 33.900;

S&P500 

5.097/4.990,  mentre la mascella passa in area 4.754 punti; il prezzio attuale è in area 5.254;

Sotto i valori delle mascelle poc’anzi indicati si potrebbero costruire le basi per un’inversione ribassista annuale. Questo eventp al momento viene definito poco probabile dai nostri oscillatori. Attenzione, poco probabile non significa che non possa avverarsi. Sui mercati non va dato mai nulla per scontato, anche se un fenomeno viene visto con una probabilità ad esempio del 10/15% o addirittura dell’1%. Esisterà il caso in cui quell’1% si verficherà. Ricordate i cigni neri? Non li dimenticate MAI!

Lettura consigliata

Il petrolio potrebbe salire ad aprile? Focus su Chevron e Texas Instruments

Consigliati per te

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sui commenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Commenta ora l'articolox