Fastidio alla gola come se si avesse qualcosa, ecco cosa potrebbe essere

Ci sono domande che, per i professionisti, potrebbero essere banali. Un esempio è: come capire se si ha la gola infiammata? Un altro potrebbe essere: da cosa dipende il fastidio alla gola e come lo si potrebbe eliminare?

In questi casi come, per ogni sintomo che genera dubbi, sarebbe sempre opportuno rivolgersi al medico. Nessuno dovrebbe, ovviamente, affidarsi al fai da te, tenuto conto che dietro la manifestazione di ogni problema potrebbero celarsi molteplici origini. Tutte da affrontare in maniera diversa. Anche nel caso in cui si dovesse semplicemente fare i conti con il mal di gola.

Può, ad esempio, essere utile capire cosa si potrebbe celare dietro la sensazione di avere qualcosa alla gola, come un corpo estraneo.

Fastidio alla gola come se si avesse qualcosa, ecco cosa potrebbe essere

E allora come capire se si ha qualcosa in gola? Per rispondere a questa domanda ci si può, ad esempio, affidare a quanto si legge sulle pagine dell’Humanitas.

Dal quadro descritto emerge come la sensazione di avere qualcosa in gola, sarebbe imputabile ad un problema associabile al reflusso gastroesofageo. Si può equiparare il sintomo ad un “nodo” e, secondo la medicina, può essere definito come “bolo isterico”.

E sarebbe uno dei sintomi della malattia da reflusso gastroesofageo.

Come capire se si ha la gola infiammata?

In base a quanto si evince da questa spiegazione, il fastidio alla gola potrebbe non essere dunque unicamente associabile ad un’infiammazione. Ci sarebbe, inoltre, un quadro clinico generale in grado di consentire ai medici di sospettare la possibilità che il fastidio alla gola sia imputabile al reflusso gastroesofageo.

Potenziali indirizzi sarebbero, dunque, altri sintomi. Vengono segnalati, ad esempio:

  • un possibile abbassamento del tono della voce;
  • la raucedine;
  • tosse secca;
  • la necessità di schiarire la voce.

Va detto che il fastidio alla gola, potrebbe essere una problematica in grado di manifestarsi da sola. Tuttavia, anche qualora ci fossero altri segnali, tutti quelli citati difficilmente farebbero pensare alla necessità di un problema di ordine gastroenterologico. Quantomeno a chi, ovviamente, non è un professionista.

Ci si rivolge spesso ad un otorinolaringoiatra che, una volta accertata la problematica di altra competenza specialistica, indirizza il paziente verso la figura medica specializzata nell’ambito. A quel punto sarà lo specialista a definire come affrontare la questione ed eventualmente quale terapia far seguire al paziente.

Il groppo alla gola potrebbe anche avere cause che ci si aspetta di più

Non bisogna dimenticare che questo tipo di fastidio alla gola come un nodo o come se si avesse un corpo estraneo potrebbe anche essere indice di altre situazioni. Ad esempio la possibilità che ci sia un ristagno di muco (ad esempio nei fumatori) in alcune zone che generano il sintomo o nelle fasi finali di un raffreddamento.

Qualora si avverta qualcosa di anomalo, tuttavia, vale sempre la pena avere un consulto con il medico. E lo si dovrebbe sempre fare, in maniera tale da mettere in campo le soluzioni adeguate.

Un po’ come accade ad esempio con i rimedi naturali per il mal di stomaco, che verrebbero consigliati dagli stessi medici.

Lettura consigliata

Se il ginocchio non si piega ecco quali potrebbero essere le cause

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te