Evitiamo tutti questo terribile errore durante il cambio di stagione che rischia di rovinare irreparabilmente abiti e vestiti

La bella stagione è ormai iniziata e con lei le giornate si allungano, facendosi sempre più calde e soleggiate. È arrivato quindi il momento di fare il fatidico cambio di vestiti nell’armadio, togliendo giacconi e maglioni per fare spazio a vestiti più leggeri.

Prima di mettere da parte i vestiti invernali, però, è sempre una buona abitudine quella di dargli una pulita per trovarli poi freschi e profumati. Una rinfrescata in lavatrice sarà allora l’opzione più veloce, ma per i più impegnati, o anche solo pigri, la lavanderia sarà perfetta per questa necessità. Questa seconda opzione ci permette d’altronde di assicurare un lavaggio corretto e approfondito che pulisca per bene senza lasciare impurità.

Attenzione agli errori nel lavaggio

Con i lavaggi fai da te, infatti, si possono compiere tanti piccoli errori molto comuni che rischiano di rovinare i nostri vestiti preferiti. Alcuni di questi sono basilari, come il non tenere pulita la lavatrice eliminando il calcare o i residui di acqua sporca nelle guarnizioni. Allo stesso modo, il non conoscere alcuni accorgimenti dati dall’esperienza, come il rivoltare i capi prima del lavaggio o il chiudere sempre cerniere e bottoni, può provocare danni. Altri, invece, sono errori meno ovvi, come lo sbagliare il programma o la temperatura per non deteriorare tessuti particolari.

In tutti i casi, le possibilità di combinare un pasticcio sono appena dietro l’angolo e affidarci all’esperienza di un professionista potrebbe salvare interi bucati. Una possibilità non indifferente per chi non vuole rischiare di rovinare vestiti dal grande valore economico o, ancora peggio, dal grande valore affettivo.

Evitiamo tutti questo terribile errore durante il cambio di stagione perché rischia di rovinare irreparabilmente abiti e vestiti

Non sono in molti però a sapere che le insidie per i nostri cari capi d’abbigliamento non si limitano soltanto alla fase del lavaggio. Uno dei più grandi errori che potremmo fare con determinati vestiti è quello di conservarli nel modo e con gli strumenti sbagliati. L’errore più comune, soprattutto per chi li porta a lavare in lavanderia, è quello di usare le grucce in omaggio. Quelle sottili e metalliche della lavanderia sono particolarmente pericolose, soprattutto quando utilizzate per giacche, giacconi e cappotti. Dovremmo sempre eliminarle e scegliere delle grucce della dimensione e del materiale più adatto per evitare di sformare e rovinare i nostri vestiti. Come alternativa è sempre meglio scegliere le grucce foderate e antiscivolo per i capi più delicati o usare quelle in legno per giacconi e cappotti.

Non dimentichiamoci poi di eliminare le coperture in plastica con cui ci vengono consegnati gli abiti puliti: le fibre, normalmente, hanno bisogno di “respirare” nell’armadio. La plastica rischia invece di favorire la creazione di muffa e umidità. Ecco allora che se evitiamo tutti questo terribile errore durante le pulizie di primavera ci salveremo anche da brutte sorprese con giacche e vestiti rovinati.

Approfondimento

Finalmente spiegati i trucchi per stendere correttamente il bucato eliminando pieghe e grinze

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te