Ecco il gatto che somiglia a una pantera e che non può vivere senza il padrone

Chi crede che i gatti siano degli animali non affettuosi e meno riconoscenti dei cani nei confronti del padrone, probabilmente non ne ha mai ospitato uno in casa propria. Infatti questa convinzione attorno ai felini nasce da una considerazione che si fa solamente basandosi sull’apparenza. Bastano pochi giorni da condividere con un micio per rendersi conto di quanto, nel giro di poco, si affezionerà moltissimo a noi. Tutto sta nella nostra capacità di osservarlo e di capire gli atteggiamenti con cui decide di trasmetterci il suo affetto.

Più di altri

Certamente il carattere cambia da razza a razza, nonché da esemplare a esemplare. Di certo non si tratta di una sorpresa, l’abbiamo infatti ripetuto più volte. Nonostante ciò rimane vero il fatto che alcuni comportamenti e alcune esigenze siano più presenti in alcune razze rispetto ad altre. Se dunque l’amore nei nostri confronti non è qualcosa che cambia con la razza, il modo di dimostrarcelo invece potrebbe. A questo proposito oggi ne sveleremo una molto particolare, in questo senso e non solo. Infatti ecco il gatto che somiglia a una pantera e che non può vivere senza il padrone.

Bombay

Oggi vogliamo parlare di un gatto che, sia per le sue caratteristiche fisiche che comportamentali, riesce a stupire moltissime persone. Non a caso è sempre più richiesto e, di conseguenza, sta diventando molto popolare. Vediamo di quale si tratta. Infatti ecco il gatto che somiglia a una pantera e che non può vivere senza il padrone.
Come avremo capito parliamo del Bombay. È una razza presente in diversi luoghi, tanto è vero che così come i Golden Retriever si divide in quella British e Americana.

Per la sua fisicità e il suo colore nero pece sembra a tutti gli effetti una pantera in miniatura. È infatti incredibile quanto anche solamente il taglio degli occhi ricordi il maestoso felino. Oltre a ciò presenta delle peculiarità anche nel carattere. Si tratta infatti di un gatto che emotivamente si lega moltissimo al padrone che lo ospita e, di conseguenza, si affeziona a quest’ultimo in un modo straordinario. Proprio per questo, così come con i cani, non è consigliato a chi passa molto tempo fuori casa.
Dunque chiunque ritenga che i gatti non dimostrino affetto dovrà ricredersi. Il Bombay d’altronde ne è un esempio perfetto.

Consigliati per te