Ecco come lavare i vestiti, i vetri del bagno e la cucina eliminando il calcare grazie a un solo ingrediente amico del risparmio

Diciamolo subito, l’ingrediente naturale di cui parliamo oggi non è l’aceto. È vero che questo viene utilizzato per pulire diverse zone della casa ed è utile anche in giardino e nella lavatrice. Allo stesso tempo, l’aceto è dotato di un odore pungente, che è difficile eliminare anche con gli oli essenziali. Questo ingrediente, però, non è il nostro unico alleato per le pulizie. Ce ne sono, infatti, tanti altri che ci permettono di autoprodurre delle soluzioni sgrassanti e anticalcare risparmiando moltissimo.

In questo caso, parliamo dell’acido citrico. Lo possiamo acquistare online, ma anche in farmacia, erboristeria, grandi supermercati e negozi con prodotti sostenibili. Ma per cosa possiamo utilizzarlo, e soprattutto, come?

Un ingrediente economico e multiuso

L’acido citrico non è altro che un composto naturalmente contenuto nei limoni e negli altri agrumi. Si presenta sotto forma di polvere sottile e bianca o di granuli, che si sciolgono facilmente in acqua. Dal momento che questo contiene una forte componente acida, come si intuisce dal nome, il suo pH gli permetterebbe di sciogliere il calcare e le incrostazioni del bagno e degli elettrodomestici.

Questo lo rende estremamente versatile, anche perché l’acido citrico è completamente inodore e non presenta quindi lo stesso inconveniente dell’aceto. Consigliamo, però, di maneggiarlo con dei guanti.

Ecco come lavare i vestiti, i vetri del bagno e la cucina eliminando il calcare grazie a un solo ingrediente amico del risparmio

Facciamo degli esempi per capire come possiamo utilizzare l’acido citrico nelle diverse zone della casa.

Innanzitutto, pochi sanno che possiamo sfruttare la sua acidità anche per lavare i vetri più incrostati di finestre e specchi. Quindi, sciogliamo 200 grammi di acido citrico in 500 ml d’acqua e spruzziamo direttamente sul vetro. Spargiamo la soluzione con un panno in microfibra, risciacquiamo e asciughiamo.

Infine, possiamo utilizzare l’acido citrico anche per ammorbidire i vestiti. In questo caso, torniamo a versare 500 ml d’acqua ma aggiungendo solo 50 grammi di acido citrico.

Se invece vogliamo realizzare una soluzione specifica per il calcare, dovremmo sciogliere 150 grammi 10 di citrico in un litro d’acqua. Il procedimento è lo stesso che abbiamo riservato al vetro.

Se poi vogliamo anche eliminare peli e capelli dallo scarico senza fatica e senza utilizzare disgorganti chimici basta usare un pezzo di plastica.

Ecco come lavare i vestiti e avere una casa splendente risparmiando sull’acquisto di prodotti specifici per la pulizia grazie a un solo ingrediente.

Lettura consigliata

Attenzione perché se non vogliamo creare danni costosi dobbiamo sempre aprire il rubinetto quando cuciniamo questo alimento amatissimo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te