Ecco alcuni consigli utilissimi che tutti gli amanti dei mirtilli dovrebbero conoscere

La natura, da sempre, ci porge in dono materie prime eccezionali.

I frutti di bosco, in modo particolare i mirtilli, rientrano di diritto nella categoria dei superfood.

Le proprietà benefiche dei mirtilli sono note a tutti. Fonte di micronutrienti e vitamine nobili, sono un volano economico essenziale per il comparto primario italiano e mondiale.

La produzione a livello mondiale cresce esponenzialmente e l’offerta, molto ricca e variegata, consente di reperire il prodotto tutto l’anno.

In Italia la qualità delle produzioni è elevata, al pari di nazioni come l’Olanda e la Germani. Ma la maggior parte del prodotto è destinato all’export. Tra i principali estimatori dei mirtilli italiani troviamo il Regno Unito. Ogni anno milioni di tonnellate di prodotto viene importato e consumato nei modi più disparati.

In questo scenario, così intricato, muoversi con consapevolezza è molto difficile. Proprio per questo motivo ecco alcuni consigli utilissimi che tutti gli amanti dei mirtilli dovrebbero conoscere.

Controllare sempre l’origine del prodotto

Controllare l’etichettatura degli alimenti è fondamentale. In essa sono riportati importantissime informazioni circa l’origine del prodotto che si andrà a consumare. Quando si presenta l’opportunità è raccomandato acquistare prodotto a chilometro zero. Per la maggior parte dell’anno, purtroppo, le provenienze dei mirtilli sono le più disparate.

Marocco, Polonia, Perù e Spagna sono i principali produttori di mirtilli a livello mondiale.

L’origine incide molto anche sul prezzo. Nonché sulla sicurezza alimentare.

L’imponente apparato burocratico italiano impone certificazioni complesse e controlli costanti. Tutto ciò per tutelare il consumatore finale. Ecco perché i prodotti coltivati in Italia sono più sicuri e salubri.

L’acquisto di prodotto in formati di grandi dimensioni aiuta l’ambiente e il portafoglio

Se si presta attenzione, quando ci si reca in un supermercato, il formato di riferimento per i piccoli frutti è il 125 grammi.

Questo significa che si dovranno acquistare otto vaschette per ottenere un chilogrammo di prodotto. Una confezione da 125 grammi costa, mediamente, 2 euro a pezzo ovvero circa 16 euro al chilogrammo.

L’acquisto di prodotto in questi formati è assai sconveniente rispetto ai formati da 1 chilogrammo, il cui prezzo medio, appunto, al chilogrammo, si attesta sugli 8 euro. Scegliendo formati più grandi si preserverà, inoltre, il pianeta riducendo la quantità di plastica utile a contenere i frutti di bosco in questione.

Ecco svelati alcuni consigli utilissimi che tutti gli amanti dei mirtilli dovrebbero conoscere.

Approfondimento

In pochi conoscono gli innumerevoli benefici per la salute apportati di questo preziosissimo frutto di bosco

Consigliati per te