E’ possibile pagare il fitto di casa con il reddito di cittadinanza? E se sì come?

Nonostante il Reddito di Cittadinanza sia una misura attiva nel nostro Paese ormai dal marzo 2019, i percettori continuano a porsi non pochi quesiti!

Molti si chiedono se sia possibile pagare con il reddito di cittadinanza il mantenimento dei figli oppure se si possa pagare il fitto di casa?

Insomma, i beneficiari del reddito di cittadinanza si chiedono cosa possono comprare  e/o spendere con questo sostegno economico?

Cerchiamo, allora di fare un po’ di chiarezza.

E’ possibile pagare il fitto di casa con il reddito di cittadinanza? E se sì come?

Nel ricordare che stiamo parlando di un sostegno economico ad integrazione dei redditi familiari, di cui i beneficiari sono protagonisti in quanto sottoscrivono un Patto per il lavoro ed un Patto per l’inclusione sociale. Infatti  il Rdc è dato dalla somma di due quote

Una quota A data da una somma di denaro ad integrazione del reddito familiare ed una quota B data da contributo per l’affitto o per il mutuo.

Entrambe le quote sono calcolate dall’INPS sulla base delle informazioni rilevate dall’ISEE.

Pertanto, la risposta al primo quesito non può che essere affermativa. SI, è possibile pagare il fitto di casa con il reddito di cittadinanza.

Il Reddito di Cittadinanza, infatti, prevede che alle persone che vivono in affitto o che pagano il mutuo per la casa in cui abitano sia riconosciuta una somma aggiuntiva, la cd. Quota B.

Questa somma ammonta ad un massimo di 280 euro al mese (3.360 euro annui) per chi paga un affitto e 150 euro al mese (1.800 euro annui) per chi paga un mutuo.

Come si paga il fitto con il Reddito di cittadinanza. Quali sono le modalità

Sul sito del Ministero del Lavoro si apprende che con la carta Rdc è possibile effettuare il pagamento dell’affitto o del mutuo.

Vediamo allora come si fa. Si può effettuare alle Poste, tramite bonifico.

Attenzione però, è possibile fare un solo bonifico al mese e non è permesso fare altri pagamenti tramite bonifico, utilizzando il denaro concesso per l’affitto o la rata del mutuo.

Come si paga con il bonifico SEPA e il Postagiro

Pagare l’affitto di casa o la rata del mutuo si può tramite bonifico SEPA o Postagiro.

Un bonifico SEPA è un trasferimento di denaro all’interno dell’UE, che rispetta le stesse regole e ha la stessa sicurezza di un trasferimento di denaro all’interno della propria nazione.

In entrambi i casi (bonifico SEPA o Postagiro) occorre recarsi alle Poste e allo sportello e informare l’operatore che si desidera effettuare il bonifico per l’affitto o per la rata di mutuo, usando la carta Rdc.

L’operatore consegnerà al beneficiario un modulo di “Ordine di bonifico SEPA- Postagiro” (disposto da Carta Reddito di Cittadinanza). Questo  andrà compilato nelle seguenti voci: l’ordinante, l’importo, il nome del beneficiario, l’IBAN del beneficiario e la causale.

In caso invece, il beneficiario disponga di Conto BancoPosta e sia necessario fare un pagamento tramite Postagiro andrà inserito il numero del conto corrente BancoPosta in alternativa all’IBAN.

L’operazione in sé è abbastanza rapida.

Approfondimento

Chi sono i congiunti? Chi potremmo incontrare a partire dal 4 maggio

Consigliati per te