Dove trovare l’IBAN del tuo libretto postale e come utilizzarlo

Il codice IBAN costituisce la nostra identità bancaria e consente di ricevere ed inviare somme di denaro. Attraverso l’IBAN possiamo anche domiciliare le bollette ed il pagamento di mutui e finanziamenti. Ogni conto bancario o postale ha un proprio IBAN che lo indentifica ed impedisce errori nel trasferimento di valori. Anche i libretti postali hanno un proprio codice identificativo ma il suo funzionamento è differente rispetto a quello dei conti correnti. In questo articolo scopriremo dove trovare l’IBAN del tuo libretto postale e come utilizzarlo.

I libretti postali

Poste Italiane emette diverse tipologie di libretti. Essi costituiscono una delle forme di risparmio più semplice ed alla portata di tutti, per questo sono estremamente diffusi. Non tutti sanno che ogni libretto ha un proprio codice ma che questo dà accesso a servizi limitati. Scopriamo quindi dove trovare l’IBAN del tuo libretto postale e come utilizzarlo. Il codice IBAN del libretto postale è indicato nel contratto di apertura del libretto. Lo puoi anche trovare nell’area riservata del sito delle Poste. Ovviamente gli sportelli possono fornire questo dato a richiesta della clientela.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Dove trovare l’IBAN del tuo libretto postale e come utilizzarlo

Nell’IBAN troviamo una serie di dati che identificano il Paese, l’istituto, la filiale ed il numero del conto. Ci sono 27 caratteri alfanumerici che permetteranno di identificare chiaramente il nostro libretto. L’IBAN del libretto postale ha solamente tre funzioni. La prima, probabilmente la più diffusa, è l’accredito della pensione. Accreditare la pensione su un conto corrente o sul libretto, consente di ricevere i propri soldi senza code agli sportelli. Per ricevere direttamente sul proprio libretto l’accredito mensile, basterà comunicare all’Ente previdenziale l’IBAN del libretto stesso. La seconda funzionalità è l’accredito dello stipendio. In questo caso però, ci sono delle importanti limitazioni. Solo gli Enti pubblici infatti possono pagare gli stipendi su un libretto postale. I lavoratori della Pubblica Amministrazione potranno comunicare all’ufficio paghe l’IBAN del proprio libretto postale. I dipendenti di società private invece, dovranno necessariamente aprire un conto bancario o postale.

Inviare bonifici verso il proprio libretto postale

La terza funzionalità del codice IBAN del libretto postale è anche la meno conosciuta. Possiamo inviare denaro dal nostro conto corrente con un bonifico bancario disposto verso il libretto postale. Questa operazione è possibile solo se intestatario del conto corrente e del libretto coincidono. In conclusione, è molto semplice sapere come calcolare l’IBAN del tuo libretto postale e come utilizzarlo. Non dimentichiamoci però che le funzionalità non sono quelle di un conto corrente. Ricordiamo ai Lettori che è possibile richiedere agli istituti bancari dei conti correnti a condizioni agevolate, ideali per l’accredito di stipendio o pensione.

Consigliati per te