Dove è obbligatorio usare la mascherina FFP2 e 5 trucchi per utilizzarle al meglio

Green Pass e mascherine sono le armi che ha messo in campo il Governo per contrastare l’avanzata di Omicron. Chi cammina all’aperto dovrà usare una mascherina per tutto il perdurare dello stato di emergenza, prorogato fino alla data del 31 marzo. Ma per chi entrerà in alcuni luoghi non sarà sufficiente indossare una mascherina qualunque, occorrerà avere quelle specifiche FFP2. Ma questi luoghi in cui sono obbligatorie le specifiche protezioni quali sono? Ecco dove è obbligatorio usare la mascherina FFP2 e 5 trucchi per utilizzarle al meglio.

Per contrastare l’ondata di contagi di Omicron il Governo ha imposto l’uso della mascherina anche all’aperto. Inoltre, ha imposto il Green Pass nella maggior parte di luoghi al chiuso ma aperti al pubblico. Anche se non è un vero e proprio lockdown tuttavia per chi non ha il Green Pass diventa problematico accedere a molti luoghi pubblici. Per esempio, chi non ha il Green Pass non può accedere negli uffici pubblici compresi le agenzie dell’impiego. Chi ha un reddito di cittadinanza per mantenerlo deve recarsi nell’agenzia almeno una volta al mese. Chi non ha il permesso verde non può accedere alle agenzie. Perciò il reddito di cittadinanza è a rischio per queste famiglie che dal primo febbraio potrebbero non ricevere più il sussidio.

Dove è obbligatorio usare la mascherina FFP2 e 5 trucchi per utilizzarle al meglio

Bisogna stare attenti a non fare confusione tra Green Pass e mascherine FFP2. Il Governo ha imposto l’uso di mascherine specifiche per frequentare ben definiti luoghi che elencheremo nelle prossime righe. Tuttavia, questi luoghi possono essere frequentati solamente da chi ha un Green Pass. Chi è senza il permesso verde anche con la mascherina FFP2 non può entrare, per esempio, negli uffici pubblici.

FFP2 è l’acronimo di Filtering Face Piece, secondo la norma europea EN 149 E Direttiva Ue 89/686 / Cee. Queste mascherine offrono maggiore protezione rispetto a quelle chirurgiche grazie alla loro alta capacità di filtro, fino a 0,6 micron. Secondo uno studio dell’istituto Max Planck se due persone a distanza di 3 metri indossano la mascherina FFP2 ben aderente il rischio contagio si riduce allo 0,1%.

Queste protezioni hanno una durata di 8 ore, dopo è meglio gettarle perché l’efficacia si riduce. Spruzzare del disinfettante non solo non ne aumenta la durata ma le potrebbe danneggiare. Queste protezioni indossate devono aderire completamente al volto e coprire il naso e la bocca. Quando una persona la toglie deve farlo dagli elastici senza toccarla per evitare contatti con la superfice esterna su cui potrebbe essere il virus. Chi inavvertitamente tocca la mascherina dovrebbe lavarsi immediatamente le mani. Mai appoggiare la mascherina su un mobile o metterla in tasca, ideale sarebbe rimetterla in una busta sterile fino al prossimo utilizzo.

Dove sono obbligatorie

Le FFP2, fino al 31 marzo 2022 sono obbligatorie per poter partecipare a spettacoli aperti al pubblico, che si svolgano al chiuso o all’aperto. Per esempio stadi, concerti, cinema, musei, teatri, locali di intrattenimento, ecc. Chi usa il trasporto pubblico deve utilizzate queste protezioni. Quindi le deve indossare obbligatoriamente chi viaggia su pullman, tram, autobus e metropolitane, qualsiasi tipo di treno, aerei, navi e traghetti. Le deve indossare chi scia per poter utilizzare gli impianti sciistici di risalita, come funivie, cabinovie e anche seggiovie se parzialmente protette.

Consigliati per te