Dove conviene comprare vestiti spendendo poco tra App e siti low cost

shopping online

In periodi come questo in cui è importante risparmiare per contrastare il caro vita è fondamentale fare due conti. Non solo quando si fa la spesa, cercando i prezzi più bassi al supermercato, ma anche quando si fa shopping. Con le temperature in calo e il freddo in arrivo, c’è bisogno di nuovi capi caldi per superare l’inverno. Ma il budget è ridotto e bisogna trovare qualche stratagemma per risparmiare senza rinunciare alla qualità. Oggi vedremo qualche suggerimento su come risparmiare comprando capi d’abbigliamento convenienti.

Capi sempre nuovi a costo zero con lo swapping

Grande ritorno agli usi del passato quando la moneta di scambio erano proprio i beni e non i soldi. Con lo swapping tante donne scambiano abiti e accessori, anche di pregio, con altre donne. Questo permette di avere capi sempre nuovi da indossare a costo zero, un grosso vantaggio per il portafoglio. Si possono organizzare serate con amiche o utilizzare i social per pubblicare annunci. Un metodo furbo per avere nuovi vestiti e aiutare l’ambiente, riducendo così l’inquinamento per la produzione di nuovi.

Dove conviene comprare vestiti spendendo poco tra App e siti low cost

Nella pratica non tutti hanno una cerchia con cui scambiare vestiti o vivono in città con grosso smercio di indumenti. Altri non sono grandi fan del second hand, anche se di lusso, preferiscono capi d’abbigliamento nuovi. Quindi cercano App e siti low cost dove acquistare a prezzi convenienti un po’ di tutto. Tra i più conosciuti per il vintage e il second hand troviamo Vinted, Subito, eBay e Micolet. Facendo una ricerca filtrata si possono trovare vere chicche a poco prezzo, anche per i bimbi. Per chi invece cerca capi nuovi, troviamo Zalando Privè, Saldi Privati, Privalia e Veepee. Si trovano sempre grosse offerte su abbigliamento e accessori di buona qualità.

Negozi online e fisici

Ma ci sono anche diversi siti di negozi di abbigliamento che ci permettono di vestirci bene spendendo poco. Un esempio sono Kiabi, OVS, Asos, anche Zara e Mango anche se i prezzi si alzano leggermente fuori periodo saldi. Ma non solo online, i negozi fisici della zona possono davvero sorprenderci riguardo prezzi e qualità. Spesso questi negozietti si riforniscono da grossisti italiani che producono capi in Italia di buona fattura.

Questi sono solo alcuni esempi su dove conviene comprare vestiti spendendo poco e risparmiando. Conviene sempre fare un salto anche nei mercatini dell’usato della nostra città. Spesso si trovano capi a buon prezzo, anche firmati, solo in alcune taglie specifiche. Ma questo non significa che non possiamo trovare qualcosa che ci piace spendendo poco meno di 20 euro. Abbinandoli poi nel modo giusto si può costruire un outfit che sembra di lusso senza spendere troppo.

Lettura consigliata

Come vestirsi elegante con 5 capi che costano pochissimo ma che sembrano di lusso e faranno girare tutti

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te