Disturbi del sonno, cefalea persistente e rigidità del collo potrebbero derivare da questo problema troppo spesso sottovalutato

Lo stress di tutti i giorni ci mette continuamente a dura prova. Ogni sera andiamo a letto pensando a ciò che dovremo fare il giorno dopo e così al risveglio siamo già carichi di pensieri. E così capita che non riusciamo a dormire bene, ci svegliamo stanchi e un leggero fastidio alle tempie ci accompagna per tutta la giornata.

Pensiamo dunque che la causa principale di questi fastidi, piccoli o grandi, sia proprio lo stress e che basti una settimana di riposo. Purtroppo, però, dopo una piccola vacanza e qualche momento di puro relax, i nostri problemi persistono e si aggiunge anche una certa rigidità del collo. A quel punto ci domandiamo quale sia il vero motivo dei nostri disturbi del sonno, cefalea continua e non solo.

Le cause potrebbero essere tante ed è difficile individuare la principale, anche perché si tratta di sintomi comuni a tanti problemi. Uno, in realtà, è molto sottovalutato e si tende a considerarlo un disturbo di serie B di fronte ad altri ritenuti più gravi.

Vediamo di cosa si tratta, quali potrebbero esserne le cause e perché dovremmo trattarlo al pari di tutti gli altri problemi di salute.

Disturbi del sonno, cefalea persistente e rigidità del collo potrebbero derivare da questo problema troppo spesso sottovalutato

Ci riferiamo ai disturbi legati all’articolazione temporo-mandibolare, estremamente importante per il benessere di tutto il nostro corpo.

Quando si parla di articolazioni, vengono sempre in mente anche e ginocchia, quasi mai quella temporo-mandibolare. In realtà, se ci riflettiamo un attimo, ci rendiamo conto dello stress a cui la sottoponiamo ogni giorno. Possiamo decidere di non camminare per un po’ e restare sdraiati sul divano, ma non possiamo smettere di mangiare o di parlare a lungo.

Ecco perché si dice che questa articolazione sia in continuo movimento, anche in modo inconscio.

Sono ormai in tanti a soffrire di disturbi temporo-mandibolari che comportano forti cefalee e addirittura rigidità della bocca, ma non sempre si corre ai ripari. Non solo testa, bocca e collo, ma come già specificato in un precedente articolo, anche le orecchie potrebbero risentirne ed essere dolenti.

Tra le possibili cause troviamo il bruxismo e la cattiva occlusione dentale, oltre all’affaticamento dei muscoli della zona.

Per ogni informazione relativa al trattamento dei disturbi, si consiglia di rivolgersi ad un odontoiatra o ad altro specialista indicato dal medico curante.

Approfondimento

Non avremmo mai immaginato che fosse questa una delle principali cause del mal di testa

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te