Da inizio anno il titolo Generali Assicurazioni è stato il peggiore tra gli assicurativi

Il 2022 non è stato un anno molto felice per il principale titolo assicurativo italiano. Infatti, da inizio anno il titolo Generali Assicurazioni è stato il peggiore tra gli assicurativi con un ribasso di circa il 17%. Nelle ultime settimane, sulla scia della ripresa dei mercati azionari le cose vanno un po’ meglio, ma rimane la debolezza rispetto alla media del settore.

Cerchiamo, quindi, di capire quali potrebbero essere gli sviluppi per il medio/lungo periodo.

Da inizio anno il titolo Generali Assicurazioni è stato il peggiore tra gli assicurativi

Il titolo Generali Assicurazioni (MIL:G) ha chiuso la seduta del 12 agosto a quota 15,485 euro, in rialzo dello 0,81% rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

Il supporto offerto da area 14,275 euro sul time frame giornaliero ha retto alla pressione ribassista e dato slancio ai rialzisti. Tuttavia, la tendenza rialzista per il medio/lungo periodo non ha ancora preso il sopravvento. Una prima indicazioni in tal senso, infatti, si avrebbe con una chiusura settimanale superiore a quota 16,182 euro. In questo caso le quotazioni potrebbero dirigersi verso l’obiettivo più probabile in area 20 euro (I obiettivo di prezzo). A seguire, poi, l’obiettivo successivo andrebbe a collocarsi in aera 26,30 euro. La massima estensione rialzista, invece, potrebbe andare a collocarsi in area 32,55 euro (III obiettivo di prezzo).

Qualora, invece, il rialzo dovesse fallire, la discesa potrebbe continuare secondo lo scenario illustrato in figura dalla linea continua. In questo caso il ribasso potrebbe continuare fino in area 10 euro.

generali assicurazioni

La valutazione del titolo Generali Assicurazioni

La valutazione del titolo Generali Assicurazioni basata sui multipli di mercato esprime un’accentuale sottovalutazione per tutti gli indicatori con l’eccezione del rapporto prezzo su utili. In questo caso, infatti, il PE del titolo assicurativo è in linea con quello medio del settore di riferimento. Anche il rapporto tra prezzo e fatturato rafforza lo scenario che vede il titolo con un interessante potenziale di apprezzamento. Allo stato attuale, infatti, questo rapporto è pari a 0,3. Un livello molto basso in assoluto che esprime un forte potenziale per il titolo.

Punto di forza di Generali Assicurazioni è anche il rendimento del suo dividendo. Allo stato attuale, infatti, si aggira intorno al 7%. Inoltre, per i prossimi anni è visto in crescita con un rendimento previsto superiore all’8%.

Per concludere questa parte dedicata alla valutazione del titolo, riportiamo il consenso medio degli analisti così come riportato sulle riviste specializzate. Attualmente la raccomandazione media è mantenere con un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione del 22% circa.

Lettura consigliata

Intesa Sanpaolo è tra i migliori di Piazza Affari per rendimento del dividendo

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te